• informarmy.net
    Con il tarassaco o dente di leone, cosa si può fare

    Il tarassaco, o dente di leone (o anche cicoria, o insalata matta), è un’erba molto diffusa e dalle notevoli proprietà lassative, depurative del sangue e diuretiche. Si raccolgono le foglie e le radici in primavera e si fanno essiccare rapidamente. Con il dente di leone, così diffuso, possiamo fare: il decotto, si mettono 60 grammi […]

  • informarmy.net
    Aglio antibiotico naturale

    Dopo pasti troppo abbondanti, per il senso di pesantezza o la nausea un rimedio è masticare alcuni pezzetti di aglio. L’effetto è assicurato, ma chiaramente l’odore in bocca resterà per alcune ore. L’aglio è poi un potente antibiotico naturale: i principi dell’aglio disattivano i virus e lasciano intatti i batteri utili all’organismo, infatti è molto […]

  • informarmy.net
    La viola come un cerotto

    Facile da trovare nei campi dalla primavera all’autunno, la viola del pensiero (pansé o viola tricolor) è ricca di olii essenziali, tannino e mucillagini che ne fanno un ottimo cicatrizzante e coadiuvante nella cura delle ferite. Basta farne un decotto con 5 grammi della parte aerea fiorita in acqua fredda da far bollire per 5 […]

  • informarmy.net
    Far maturare un ascesso

    Chiedete all’erborista il convolvolo, fa maturare ascessi, foruncoli, ferite infiammate.Ma il rimedio più semplice sono gli impacchi di acqua salata e calda, da ripetere più volte nell’arco della giornata. Non pungere o tagliare l’ascesso. Fonte

  • Ingessare le costole incrinate

    Con la resina di pino: si raccoglie da primavera a estate dai rami tagliati, o praticando un piccolo taglietto nella corteccia (piccolo, esagerando nel taglio il pino morirebbe) si lascia colare per qualche giorno, poi si raccoglie con un coltello e si mette in un contenitore, nel quale durerà anni.In caso di costole o ossa […]

  • Escoriazioni, tagli, punture di zanzare

    La foglia di piantaggine maggiore applicata su escoriazioni e ferite (ma anche punture di vespe e zanzare) le guarisce più rapidamente. Mantenerla se possibile fasciata la notte.

  • Infuso di agrimonia

    L’agrimonia è leggermente astringente, diuretica, disinfiammante, cura le emorragie, stimola le funzioni del fegato. Si usa per le coliti, le allergie alimentari, le cistiti, l’incontinenza urinaria.In passato si usava molto per medicare le ferite, agevolando la coagulazione del sangue.Ad uso esterno si può applicare con cataplasmi su piccole ferite ed emorroidi. Infuso di agrimonia: 1 […]

  • Petali di giglio cicatrizzanti

    I petali di giglio, quelli bianchi, messi a macerare per un mese in un vasetto pieno di olio, sono molto utili per la cicatrizzazione di ferite e piccoli tagli. Fonte

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.