Tag: valutari

Commento mercati valutari

 La settimana scorsa ha visto il dollaro rafforzarsi contro le principali valute ad eccezione di sterlina, corona svedese e yen. La sterlina è salita dopo le dichiarazioni del capo negoziatore per l’UE Michel Barnier, il quale vede un accordo sulla…

Commento mercati valutari

 Con la rottura al rialzo dei massimi di gennaio da parte dell’indice S&P 500, il US$ ha progressivamente perso quota per gran parte della scorsa settimana, fino a quando l’esplosione di alcune situazioni di stress idiosincratico (in Argentina, Turchia e…

Commento sui mercati valutari

 Cambio EURUSD ancora in rialzo (EURUSD sopra 1.17) nonostante l’assenza di dati macro rilevanti (oltre ai PMI di agosto per la zona euro) e l’attuale clima d’incertezza che domina l’area euro dovuto in gran parte ai rischi da un minore…

Commento sui mercati valutari

 Le critiche di Trump alla Fed per l’attuale politica monetaria e l’accusa a Cina e Ue di manipolare le proprie valute sembrano aver fermato l’apprezzamento generalizzato del US$ delle ultime due settimane, dopo che EUR/USD aveva tentato la rottura al…

Commento sui mercati valutari

 I PMI della zona euro (usciti più o meno in linea con le attese), il PIL Usa per il secondo trimestre (in netto rialzo rispetto al primo) e la Bce (che non ha comunicato particolari novità) della scorsa settimana non…

Commento mercati valutari

 Come atteso la Fed ha alzato i tassi di 0.25 pb e la Bce ha prolungato il QE da settembre fino a dicembre riducendolo però gli acquisti mensili a 15 miliardi di Euro; le due Banche tuttavia hanno sorpreso i…

Commento mercati valutari

 Dopo l’accordo per la denuclearizzazione della penisola nord coreana tra Stati Uniti e Corea del Nord (che sembra non abbia generato particolare entusiasmo, data la mancanza di impegni specifici da parte dei due Paesi), l’attenzione del mercato è ora rivolta…

Mercati valutari: India, Indonesia e Cina

 India L’implementazione di drastiche riforme strutturali ha pesato sull’attività economica per quasi tutto il 2017. L’economia sta crescendo ben al di sotto del suo potenziale, a causa soprattutto della cronica debolezza degli investimenti privati, e, come conseguenza, l’inflazione è rimasta…

Commento sui mercati valutari

 Prosegue il ribasso del EURUSD, con il cambio che venerdì ha toccato area 1.19 in scia al dato migliore delle attese sulla disoccupazione negli Usa ed è ora sceso sotto questa soglia, in attesa del dato sull’inflazione USA in uscita…

Commento mercati valutari

 Dollaro USA in rialzo, sostenuto dai rendimenti in aumento dei titoli obbligazionari USA e dal dato preliminare sul PIL per il I trimestre migliore delle attese. Ora l’attesa del mercato è per la Fed di oggi. L’euro è sceso sotto…

Commento mercati valutari

 Cambio EURUSD in ribasso (1.22) in scia al rialzo del rendimento dei Treasuries USA ed ai dati, per la zona Euro, deboli (indici di fiducia in Germania e Italia e PMI manifatturiero in Francia), che suscitano timori circa un rallentamento…

Commento sui mercati valutari

 Cambio EURUSD in recupero, verso area 1,24, nonostante il ZEW tedesco peggiore delle stime. In ogni modo, le attese, almeno nel breve, sono a favore dell’euro, a dispetto dei buoni risultati societari trimestrali negli USA, a  causa  dell’incertezza  statunitense  su…

Commento mercati valutari

 EURUSD poco mosso nonostante il dato deludente sulla disoccupazione di marzo negli Usa, uscito venerdì,  e dati macro poco favorevoli nell’Eurozona. Tuttavia, Draghi, in una recente dichiarazione, si è detto ottimista riguardo la ripresa economica nella zona euro. Negli USA,…

Mercati valutari: Brasile e Messico

 Brasile Il  Brasile  è  uscito  dalla  recessione  nel  primo  semestre  del  2017,  guidato  dalla  spesa  per  consumi,  dal  commercio  estero  e  dall’agricoltura   mentre  gli investimenti  fissi  continuano  a  contrarsi.  La  disinflazione  dell’economia,  la  discesa  dei  tassi  d’interesse  e  la  ripresa…

Mercati valutari: India, Indonesia e Cina

 India L’implementazione di drastiche riforme strutturali ha pesato sull’attività economica per quasi tutto il 2017. L’economia indiana sta crescendo ben al di sotto del suo potenziale,  a causa soprattutto  della cronica debolezza  degli investimenti  privati, e, come conseguenza,  l’inflazione  è…