• 4 NAVI DI GRANO STRANIERO A MANFREDONIA

    di Gianni Lannes Ecco la Puglia invasa dal frumento estero di anomala qualità. Mentre la Barilla impone agli agricoltori italiani contratti capestro per impiantare grani inventati in laboratorio, approdano simultaneamente in un porto periferico, privo di rigorosi controlli sanitari, addirittura altri 4 mercantili carichi di frumento proveniente da Ucraina, Russia e Canada. A proposito: attenti […]

  • CASILLO: IL PIU’ GROSSO IMPORTATORE DI GRANO STRANIERO IN ITALIA

    Casillo in Italia (nella mappa non sono presenti i depositi a Monfalcone e Trieste) di Gianni Lannes Ecco il primo nemico dei coltivatori di grano italiano. E’ questo sodalizio che determina il prezzo al ribasso nel belpaese. 3,3 milioni di tonnellate di cereali movimentati soltanto nel 2014. E’ l’ultimo numero noto della multinazionale Casillo, tratto […]

  • 5 NAVI DI GRANO STRANIERO NEI PORTI DI BARI E MOLFETTA

    foto Gilan (tutti i diritti riservati) di Gianni Lannes Come avevo già segnalato il 6 aprile scorso – nonché dal 2 gennaio 2017 ad oggi, monitorando tutti i porti italiani interessati dall’incontrollato fenomeno speculativo di mercantili battenti bandiere ombra (inserite nella blacklist internazionale) – anche la Coldiretti oggi denuncia sulla pagina del quotidiano La Gazzetta […]

  • NAVI DI FRUMENTO STRANIERO NEI PORTI DEL TIRRENO ITALIANO

    La Spezia – foto Gilan di Gianni Lannes Ecco il mercato truccato del grano che gravita nel belpaese dove sono operative la statunitense Cargyll, nonché Limagrain,Syngenta e Casillo. Quattro broker e le solite triangolazioni internazionali, con base a Rotterdam in Olanda, e succursali minori in Francia, in Tunisia, in Turchia e Grecia, ma soprattutto nella […]

  • ALTRE NAVI DI GRANO STRANIERO IN PUGLIA

    Marina di Ravenna (20 gennaio 2017) foto Gilan di Gianni Lannes Navi di rifiuti e navi dei veleni. Portarinfuse, ossia relitti galleggianti. La nave ALTRANY (IMO: 8129321, MMSI: 215430000) è una general cargo ship costruita nel 1988 che naviga attualmente sotto la bandiera ombra (ossia fuorilegge) di Malta. La ALTRANY ha lunghezza totale di 120 […]

  • GRANO STRANIERO INQUINATO: L’OMERTA’ DEL GOVERNO ITALIANO

    di Gianni Lannes Ben 28 atti parlamentari si sono accumulati nel corso della XVII legislatura corrente. Letta, Renzi e Gentiloni, in perfetta continuità omertosa hanno lasciato accumulare interrogazioni ed interpellanze, senza fornire alcuna risposta, in barba alla trasparenza amministrativa e alla certezza del diritto. Emblematica l’interrogazione a risposta scritta 4/02431 indirizzata il 3 luglio 2014 […]

  • GRANO STRANIERO INQUINATO E NAVI DEI VELENI IN ITALIA

    di Gianni Lannes La speculazione economica, ovvero la ricerca spasmodica del profitto calpesta la vita. E così hanno tutte il lasciapassare per inondare il belpaese di rifiuti industriali spacciati per frumento. Ogni settimana approdano in Italia navi portarinfuse, sovente autentiche carrette del mare gestite in massima parte da mafiosi maltesi e turchi, battenti bandiere ombra […]

  • GRANO STRANIERO E CASILLO IN SICILIA

    Malta: porto di La Valletta di Gianni Lannes Bentornati nell’isola dell’antico grano italiano, dove però sbarca di continuo frumento dall’estero, spesso proveniente da territori inquinati dalla radioattività, come attestano i dati ufficiali dell’International Atomic Energy Agency. Singolare coincidenza: anche in Trinacria il gruppo Casillo ha esteso i suoi interessi commerciali. Proprio in loco, spesso sbarca […]

  • BARILLA: GRANO DI LABORATORIO E STRANIERO!

    di Gianni Lannes «Entro il 2020 Barilla migliorerà la vita delle persone promuovendo scelte di consumo in linea con la piramide alimentare. Entro il 2020 Barilla offrirà alle persone solo prodotti alla base della piramide ambientale».  Addirittura.  C’è da crederci o è la solita propaganda da mulino bianco che spaccia la tradizione mediterranea come propria, […]

  • BARILLA & GRANO STRANIERO A RAVENNA

      di Gianni Lannes Ogni italiano mangia in media 27 chilogrammi all’anno di pasta. Ma dove viene il grano? Forse, dal mulino tricolore o da quello bianco? Spesso da aree contaminate dalla radioattività come attestano i rapporti dell’IAEA relativi ad Ucraina, Russia, Bielorussia, Romania e Bulgaria. In una percentuale che varia dal 20 al 50 […]

  • NAVI DI GRANO STRANIERO

    di Gianni Lannes «Stia molto attento, lei rischia. Sul grano straniero sbarcato dalle navi non ci sono controlli e nessuna autorità interviene» mi ripete con un tono cortese Cosimo Mario Gioia, noto produttore di grano duro nel cuore antico della Sicilia, in località Fontana Murata. 40 giorni fa l’associazione Granosalus, sorta nel Mezzogiorno d’Italia a […]

  • GRANO STRANIERO: IN PUGLIA 2,5 MILIONI DI TONNELLATE NEL 2016

    di Gianni Lannes L’indicazione obbligatoria dell’origine del grano sulle etichette della pasta è un apprezzabile passo avanti per smascherare l’inganno del prodotto estero spacciato per italiano, quando ancora un pacco di pasta su tre contiene grano straniero senza che i consumatori lo sappiano.  Sono eccessivi i quantitativi di grano importato dall’estero: secondo i dati ufficiali […]

  • UN’ALTRA NAVE DI GRANO STRANIERO

    di Gianni Lannes Un porto del Mezzogiorno d’Italia, sfruttato per certi traffici. Lo scalo “alti fondali” di Manfredonia è lontano da occhi indiscreti, ma soprattutto da controlli, e consente di  introdurre nel territorio di produzione del buon grano italiano, rifiuti speciali spacciati addirittura per frumento. Mercanzia di pessima qualità, spesso contaminata dalla radioattività o imbottita […]

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.