• VIDEO Dott. Trinca: i vaccini sono bombe che uccidono i bambini e i Senatori sono complici

    Il Dottor Franco Trinca è un Biologo Nutrizionista, Specializzato in Scienza dell’Alimentazione all’Università di Perugia. Nel video che segue, registrato l’11 luglio 2017 nei pressi di Piazza Montecitorio, durante una delle proteste che da mesi continuano a oltranza, il biologo spiega che sono state inviate delle PEC (Posta Elettronica Certificata) agli indirizzi e-mail delle principali […]

  • DUE BOMBE NUCLEARI USA NEL MEDITERRANEO

    di Gianni Lannes Il plutonio 239 vanta un’emivita di 24.400 anni e non esiste in natura. Singolare coincidenza: questo pericoloso radionuclide artificiale è stato rilevato in diversi studi e ricerche, documentate dall’IAEA, proprio nel Mare Nostrum. Come ci è finito? Alla voce “freccia spezzata”. Il 10 marzo 1956 un altro B-47 con due capsule nucleari, […]

  • UN MILIONE DI BOMBE SPECIALI USA IN FONDO ALL’ADRIATICO E AL TIRRENO

     di Gianni Lannes Sul belpaese incombe una catastrofe ambientale con cui bisogna fare i conti. Ecco il segreto dei segreti: nel 1943 gli “alleati” angloamericani sbarcarono in Italia un arsenale proibito di armi chimiche, non le usarono affondandole nel Mare Adriatico (Golfo di Manfredonia) e nel Mar Tirreno (Golfo di Napoli e dinanzi all’isola di […]

  • BOMBE CHIMICHE E RADIOATTIVE ALLEATE NEI MARI D'ITALIA

    Golfo di Manfredonia (maggio 2017): ordigno speciale USA – foto MC (tutti i diritti riservati) di Letizia Ricci L’inchiesta di Gianni Lannes, avviata a metà degli anni ’90, inizialmente pubblicata dal settimanale Avvenimenti, poi dal settimanale Diario della settimana (direttore Enrico Deaglio) infine dal settimanale Left, ha accertato in base a fonti documentali ufficiali di […]

  • Che cos'è la "Madre di tutte le bombe" e quanto è potente

    Per la prima volta gli Stati Uniti hanno utilizzato questa potente bomba non nucleare per distruggere una rete di tunnel utilizzati dall’Isis in Afghanistan La Moab GBU-43/B è la più grande bomba non nucleare utilizzata nella storia. Credit: Elgin Air Force Base L’esercito statunitense ha comunicato giovedì 13 aprile 2017 di aver lanciato la “madre […]

  • C’è un arrestato per le bombe contro il pullman del Borussia Dortmund

    La polizia ha fermato una persona collegata all’estremismo islamista e che sarebbe coinvolta nell’attacco di ieri a Dortmund Agenti di polizia tedeschi davanti al Signal Iduna Park di Dortmund (ODD ANDERSEN/AFP/Getty Images) Martedì sera tre esplosioni hanno coinvolto il pullman della squadra di calcio del Borussia Dortmund nel tragitto verso lo stadio, il Signal Iduna […]

  • BOMBE A…MARE!

    Un libro di inchiesta sul campo, in uscita a fine agosto 2017, che fa emergere una pericolosa verità, nascosta alla popolazione italiana. www.youtube.com/watch?v=vXje2tNENh8  http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/04/italia-mari-esplosivi.html Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

  • ITALIA: BOMBE CHIMICHE E RADIOATTIVE IN MARE

    www.youtube.com/watch?v=vXje2tNENh8  http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2013/04/italia-bombe-chimiche-e-radioattive-in_4.html?showComment=1491456815024#c1638793269272316827 Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

  • “CARICO DI BOMBE TEDESCHE DA CAGLIARI VERSO L’ARABIA SAUDITA”

    di Gianni Lannes Armi della Germania prodotte in Italia per alimentare la guerra e il terrorismo dell’Arabia Saudita. La Guardia di Finanza che invece di bloccare questo carico di morte, ferma un parlamentare della Repubblica italiana che giustamente vuole fare luce su questi traffici di morte. Dieci container di ordigni prodotti dalla tedesca RWM  in […]

  • MIGLIAIA DI BOMBE INESPLOSE NEL GOLFO DI MANFREDONIA

    foto Gilan di Gianni Lannes Ecco una speciale discarica bellica alleata, la più grande nel Mediterraneo, dimenticata dagli umani e dalla storia, che però riverbera i suoi letali effetti sugli umani e sull’ambiente, a distanza temporale. Il premier Churchill, poiché fino al 1946 gli inglesi avevano il controllo dei porti italiani, impose il segreto di […]

  • UN MARE DI BOMBE SPECIALI UNITED STATES OF AMERICA NEL GOLFO DI MANFREDONIA

    di Gianni Lannes I documenti ufficiali angloamericani attestano che al termine della seconda guerra mondiale, soltanto nel Golfo di Manfredonia, senza contare il Golfo di Napoli e l’isola di Ischia, sono stati segretamente affondati un milione di ordigni a caricamento speciale. Nell’agro comunale i cosiddetti “alleati” – come provano gli atti rinvenuti presso l’archivio di […]

  • Sono esplose due bombe in centro a Baghdad

    In un mercato nel quartiere Al Sinek: l’attacco non è stato ancora rivendicato, ci sono almeno 28 morti e 54 feriti (SABAH ARAR/AFP/Getty Images) Questa mattina sono esplose due bombe in un mercato nel quartiere Al Sinek, nel centro di Baghdad, la capitale dell’Iraq: la polizia irachena ha parlato di almeno 28 morti e 54 […]

  • ADRIATICO: UN MARE DI BOMBE “ALLEATE”

    foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati) di Gianni Lannes Al termine della seconda guerra mondiale i cosiddetti “alleati” angloamericani hanno segretamente affondato nel Golfo di Manfredonia, un arsenale di bombe caricate con aggressivi chimici come iprite e fosforo, ma non solo, vietate dalla Convenzione di Ginevra del 1925. Le autorità italiane civili e militari […]

  • Due bombe su un treno hanno ucciso almeno 4 persone in Pakistan

    L’attacco dinamitardo è avvenuto nella regione del Belucistan dove l’insurrezione dei beluci in passato ha già colpito le infrastrutture Due bombe collocate sotto un treno nella regione del Belucistan hanno ucciso almeno quattro persone. Credit: Akhtar Soomro Due bombe hanno colpito un treno nell’instabile regione pakistana del Belucistan uccidendo almeno quattro persone e ferendone 16, […]

  • A Dresda sono esplose due bombe davanti alla moschea e al centro congressi

    Nessuna vittima, la polizia segue la pista xenofoba Dopo l’arrivo di oltre un milione di profughi In Germania sta crescendo il sentimento anti-rifugiati e sono in aumento fenomeni di violenza a sfondo xenofobo. Credit: Reuters Due ordigni artigianali sono esplosi lunedì 26 settembre davanti a una moschea e a un centro congressi internazionale a Dresda, […]

  • L’oscuro legame tra le bombe in Siria e quelle di New York

    PICCOLE NOTE C’è un oscuro legame tra quanto accaduto ieri negli Stati Uniti, dove l’Isis ha colpito ancora, e quanto avvenuto alcune ore prima in Siria, dove a far strage è stata l’aviazione degli Stati Uniti. Un legame oscuro e inquietante. Sabato sera gli aerei Usa hanno bombardato Deir Ezzor, massacrando oltre sessanta militari dell’esercito regolare siriano. […]

  • GLI AMERICANI BOMBARDANO CON BOMBE AL FOSFORO LE POSTAZIONI DELL’ESERCITO SIRIANO A DEIR EZZOR, AIUTANDO ISIS

    Quattro aerei americani due F-16 e due A-10 hanno bombardato oggi (intorno alle 17 di pomeriggio, ora locale) con delle bombe AL FOSFORO, le posizioni dell’esercito siriano a Jabal Thardeh (nella prossimità della città di Deir Ezzor), per aiutare ISIS. Evidentemente, molto scontenti dell’arrivo di grossi rinforzi di elite siriani, nella zona di Deir Ezzor, […]

  • Dalle e-mail filtrate di Colin Powell: Israele ha 200 bombe atomiche

    Discutendo il controverso discorso del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu, tenuto a marzo 2015 davanti al Congresso degli Stati Uniti sui presunti pericoli del programma nucleare iraniano, in una e-mail per il principale donatore del Partito Democratico, Jeffrey Leeds, Powell aveva scritto che, seppur lo dubitava, se l’Iran voleva acquisire bombe atomiche, è perché “sa […]

  • Due bombe sono esplose a Baghdad in Iraq, almeno 125 le vittime

    Il duplice attentato è stato rivendicato dall’Isis con un messaggio diffuso online. Sono state prese di mira un’area commerciale e una zona a maggioranza sciita Il sito dell’esplosione nel quartiere di Karrada a Baghdad, Iraq, il 3 luglio 2016. Credit. Khalid Al Mousily  Nella notte tra sabato e domenica 3 luglio, due autobombe hanno ucciso […]

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.