Stampa / Print
Pat Elder con truppe statunitensi in Croazia nel 1996. Un soldato nella parte posteriore grida "USA numero 1!"

Pat Elder con truppe statunitensi in Croazia nel 1996. Un soldato nella parte posteriore grida “USA numero 1!”

Di Pat Elder, gennaio 2020

anni fa, 24

Ricordo di essere stato sulle rive del fiume Sava a Zupanja, in Croazia, nel gennaio del 1996, osservando una forza di 20,000 soldati dell’esercito americano e dei loro veicoli mentre attraversavano il Sava per Orasje, in Bosnia-Erzegovina. L’esercito americano aveva appena completato la costruzione di un ponte sul pontone per sostituire la portata dell’autostrada che era stata distrutta durante la guerra. Gli americani costruirono il ponte che attraversava la Sava di 300 metri in pochi giorni, abbastanza forte da contenere enormi camion rimorchi che trasportavano carri armati Abrams da 70 tonnellate (63,500 kg). La gente del posto era sbalordita. Così ero io.

Sono rimasto sbalordito dall’enormità e dalla precisione dell’operazione. I camion trasportavano carburante, cibo, armi e una varietà di rifornimenti per la forza. I veicoli militari passarono da me a circa 7-8 KPH mentre entravano nel ponte. Ho assistito al movimento della forza per un’ora e ho potuto ancora vedere la colonna proveniente dalla campagna croata quando me ne sono andato. “Amico, da dove vieni?” Ho urlato. “Texas”, “Kansas”, “Alabama”, fu la risposta, mentre la colonna procedeva verso sud.

Veicoli dell'esercito americano appena fuori Zupanja, in Croazia, nel gennaio 1996. Gli Stati Uniti guidarono la Forza di stabilizzazione in Bosnia ed Erzegovina (SFOR), una forza multinazionale di mantenimento della pace guidata dalla NATO dopo la guerra in Bosnia.

Veicoli dell’esercito americano appena fuori Zupanja, in Croazia, nel gennaio 1996. Gli Stati Uniti guidarono la Forza di stabilizzazione in Bosnia ed Erzegovina (SFOR), una forza multinazionale di mantenimento della pace guidata dalla NATO dopo la guerra in Bosnia.

Le persone in città erano stupite e felici di avere un’attenzione internazionale. Una donna ha descritto alcuni presunti soldati statunitensi in attrezzatura subacquea che nuotavano nelle acque di dicembre vicino a casa sua pochi giorni prima. “Sapevamo che qualcosa era successo allora”, ha detto. Altri mi dissero che i bombardamenti sporadici della città dalla parte bosniaca del fiume si fermarono quando apparvero i primi americani. “Non vogliamo che gli americani se ne vadano”, mi dissero. “Probabilmente non lo faranno”, ho assicurato loro.

Ero più diffidente nei confronti del mio governo di quanto non lo fosse loro, ma mi ha aiutato a capire il bene che questa incredibile forza avrebbe potuto fare se fosse stata sottoposta a una sobria supervisione internazionale, e anche allora ci sarebbero stati problemi nella gestione delle armi e domande sull’uso di forza. Mi sono reso conto che gli schieramenti statunitensi riguardavano l’invio di un chiaro messaggio di forza militare al pubblico europeo, sia a ovest che a est.

La strategia militare degli Stati Uniti è ampiamente definita da azioni americane intese a creare credibili “deterrenze” sul campo.

L’ossessione di gonfiare qualsiasi minaccia russa reale o immaginaria ha alimentato il militarismo americano dall’inizio della guerra fredda. In effetti, il bombardamento di Hiroshima e Nagasaki, gli storici sempre più credono, è stato fatto principalmente per inviare un messaggio ai sovietici.

C’è poca opposizione a Washington agli attuali preparativi di guerra. È una testimonianza di un vizioso programma di propaganda eseguito dal Pentagono, dal Congresso, dai trafficanti di armi e dai media che dipinge continuamente la Russia come una pericolosa minaccia militare. Durante le recenti udienze di impeachment contro il presidente Trump, il popolo americano è stato detto mille volte che una democrazia ucraina alle prime armi, sebbene ben intenzionata, era minacciata dai russi e che Trump metteva a repentaglio la sicurezza nazionale degli Stati Uniti bloccando la consegna di armi americane disperatamente necessarie. Il pubblico è spesso ricordato dalle principali reti di notizie via cavo e dai giornali che rappresentano entrambe le parti del divario politico che la Russia ha invaso l’Ucraina nel 2014, mentre manca un’analisi storica di accompagnamento.

Non ci raccontano mai dell’allargamento inutile e minaccioso della NATO al confine russo dalla fine della guerra fredda. Non ci raccontano mai il ruolo americano negli eventi del 2014 in Ucraina. Il mio amico Ray McGovern fa un ottimo lavoro spiegando il ruolo degli Stati Uniti. Generalmente, c’è un piccolo accordo bipartisan al Congresso, anche se quasi tutti concordano sulla necessità di maggiori budget militari per controllare i russi – e il cinese sempre più esuberante.

È in questo contesto che gli americani ti portano Defender 20, il più grande esercizio militare americano sul continente dopo lo SFOR in Bosnia ed Erzegovina. Gli esercizi coincideranno con il 75 ° anniversario della liberazione del continente dell’Unione Sovietica dal fascismo, una assurda ironia storica. Oggi, l’obiettivo dichiarato dell’Esercito USA in Europa è di proiettare una forza che dissuaderà i russi da qualsiasi tipo di avventurismo militare. Questa è una grande assurdità.

I guerrieri americani sapevano che Mosca avrebbe agito con forza se la NATO e i suoi burattinai americani avessero rivendicato la Crimea e l’unica base navale di acqua calda della Russia. L’apparato militare e di intelligence americano ha bisogno di un avversario minaccioso per alimentare la macchina, quindi ne ha creata una.

Le spese militari statunitensi ammontano ora a $ 738 miliardi, mentre le spese europee si avvicinano ai $ 300 miliardi all’anno. È un treno sugo veloce e furioso che investe le necessità domestiche.

I russi spendono circa 70 miliardi di dollari all’anno mentre i soli tedeschi supereranno i 60 miliardi di dollari in spese militari entro il 2024.

I generali della NATO sono convinti di poter scoraggiare il finto avventurismo russo creando in pochi giorni grandi forze di combattimento sul terreno vicino al confine russo. Si tratta di logistica e arroganza imperiale e geostrategica.

La sicurezza con i russi deve intraprendere un percorso onesto e verificabile verso il disarmo. I russi non vogliono litigare. Invece, sono preoccupati per le nuvole di tempesta che si raccolgono da ovest, un evento storico ricorrente.

I pianificatori di guerra americani sembrano ignari della storia, come gli eventi di Leningrado nel 1941. Gli americani sconfissero la Germania nazista durante la seconda guerra mondiale. Cos’altro c’è da sapere?

Questo capitolo della storia è stato insegnato all’Esercito War College di Carlisle, in Pennsylvania? In tal caso, quali lezioni vengono impartite? Ai giovani ufficiali è stato detto che durante la guerra sono morti più di 20 milioni di cittadini russi? In tal caso, in che modo queste verità potrebbero essere influenzate dall’attuale politica statunitense in materia di Defender Europe 20?

Orrore a Leningrado nel 1941. L'Europa sta tornando qui?

Orrore a Leningrado nel 1941. L’Europa sta tornando qui?

Difendi Europa 20

Logo Defender 20 Europa

Defender Europe 20 è un massiccio esercizio di formazione multinazionale guidato dagli Stati Uniti che si terrà da aprile a maggio 2020, con movimenti di personale e attrezzature da febbraio a luglio 2020.

20,000 soldati schiereranno dalla terraferma statunitense, l’equivalente di una divisione pesante, secondo Brig. Gen. Sean Bernabe, G-3 per US Army Europe. Parteciperanno anche circa 9,000 truppe statunitensi di stanza in Europa, oltre a 8,000 truppe europee, portando il totale dei partecipanti a 37,000. Si prevede che parteciperanno diciotto paesi, con attività di esercizio svolte in 10 paesi. Il materiale partirà dai porti marittimi di Charleston, nella Carolina del Sud; Savannah, Georgia; e sia Beaumont che Port Arthur, in Texas.

Mappa delle attività per Defender 20

Rosso – Porti marittimi che ricevono rifornimenti americani: Anversa, Belgio;
Vlissingen, Paesi Bassi; Bremerhaven, Germania; e Paldiski, in Estonia.

X verde – Centri di supporto convoglio a Garlstedt, Burg e Oberlausitz

Blu – Esercizi di paracadute: quartier generale: Ramstein, Germania; gocce in Georgia, Polonia, Lituania, Lettonia

Nera – Command Post Grafenwoehr, Germania

Blue Line – River Crossing – 11,000 truppe Drawsko Pomorskie, Polonia

X gialla – Supporto congiunto e comando abilitante, (JSEC), Ulm

Un carro armato M1A2 Abrams dell'esercito americano viene sollevato sopra il molo nel porto di Vlissingen, Paesi Bassi, per essere calato su una nave a chiatta bassa per il trasporto altrove in Europa, 12 ottobre 2019. US Army / Sgt. Kyle Larsen

Un carro armato M1A2 Abrams dell’esercito americano viene sollevato sopra il molo nel porto di Vlissingen, Paesi Bassi, per essere calato su una nave a chiatta bassa per il trasporto altrove in Europa, 12 ottobre 2019. US Army / Sgt. Kyle Larsen

L’attrezzatura pesante, inclusi 480 veicoli cingolati che sono noti per distruggere le autostrade, partirà dai quattro porti marittimi e si sposterà via acqua e ferrovia verso il fronte immaginario / reale orientale. I soldati viaggeranno principalmente attraverso i principali aeroporti in Europa e viaggeranno attraverso il continente in autobus. 20,000 pezzi di equipaggiamento verranno spediti dagli Stati Uniti per l’esercizio. Non è chiaro quanto rimarrà sul suolo europeo per futuri fini di dissuasione e / o per aggressione contro la Russia.

Una volta in Europa, i soldati statunitensi si uniranno alle nazioni alleate per condurre esercitazioni simulate e dal vivo in Germania, Polonia e Stati baltici. Ciò includerà l’addestramento combinato alla manovra delle armi in luoghi sconosciuti nella Germania settentrionale.

Defender è tutto incentrato sugli sforzi degli Stati Uniti per consegnare questa forza nel continente e poi diffonderla rapidamente in una varietà di diversi esercizi NATO.

L’esercito americano prevede di armeggiare con i suoi nuovi giocattoli di confusione e distruzione di massa, come l’intelligenza artificiale, l’ipersonica, l’apprendimento automatico e la robotica. I pianificatori di guerra sono euforici della loro promessa. Secondo Brig. Il generale Sean Bernabe, G-3 per US Army Europe, l’esercizio “presenta un concorrente immaginario di pari livello e mette effettivamente quel concorrente su un terreno europeo per permetterci di ottenere delle buone ripetizioni in combattimenti a terra su larga scala”, “Lo scenario sarà ambientato in un ambiente post-Articolo V … e sarà effettivamente impostato nel 2028. ”

Questo è un linguaggio militare, non inteso per essere chiaramente compreso.

Brigantino. Il generale Sean Bernabe, (R), vice capo di stato maggiore dell'esercito USA in arrivo G-3, rende un saluto al tenente generale Christopher Cavoli, comandante generale dell'esercito americano Europa, durante una cerimonia commemorativa dell'arrivo di Bernabe al quartier generale il 29 giugno, 2018. (foto dell'esercito americano di Ashley Keasler)

Brigantino. Il generale Sean Bernabe, (R), vice capo di stato maggiore dell’esercito USA in arrivo G-3, rende un saluto al tenente generale Christopher Cavoli, comandante generale dell’esercito americano Europa, durante una cerimonia commemorativa dell’arrivo di Bernabe al quartier generale il 29 giugno, 2018. (foto dell’esercito americano di Ashley Keasler)

Il riferimento a un “ambiente post-Articolo V” invia un messaggio ai membri della NATO e ai russi. Gli stati della NATO sono d’accordo Articolo V del Trattato di Washington secondo cui un attacco armato contro uno o più di essi in Europa o in Nord America sarà considerato un attacco contro di loro e potrebbe essere incontrato con la forza armata dai membri della NATO. In base al trattato, un attacco NATO dovrebbe essere segnalato al Consiglio di sicurezza. Fino a quel momento, il comando NATO aveva accettato di arrestare la forza militare quando il Consiglio di sicurezza interveniva per ripristinare la sicurezza. La dichiarazione del generale Bernabe è significativa. Gli Stati Uniti stanno riducendo al minimo il ruolo delle Nazioni Unite nei suoi scenari di pianificazione della guerra, mentre stringono forti legami bilaterali con i singoli Stati. È roba da vera politica armata. Non ci sarà alcuna autorità al di sopra degli Stati Uniti

Il 1 ° comando di artiglieria della divisione di cavalleria di Fort Hood, in Texas, dispiegherà circa 350 persone che serviranno “come pubblico di addestramento primario sia per un esercito di post comando a Grafenwoehr, in Germania, sia per una traversata di un gap bagnato in corso nell’area di addestramento di Drawsko Pomorskie nella Polonia nordoccidentale “, secondo il comando americano. La 168a Brigata di Ingegneri della Guardia Nazionale del Mississippi fornirà la capacità di mobilità per l’attraversamento del fiume Drawsko Pomorskie di 11,000 truppe statunitensi e alleate.

Arriveranno 14 set di carri armati M1A2 Abrams Trofeo sistemi di difesa attiva, che usano sensori, radar e elaborazioni al computer per distruggere granate a propulsione missilistica in arrivo e missili guidati anticarro. L’esercito americano ha aggiudicato un contratto da 193 milioni di dollari alla società israeliana Rafael Advanced Defense Systems Ltd. e non vede l’ora di provarlo.

L’82 ° nodo di comando della Divisione aviotrasportata vicino alla base aerea di Ramstein, in Germania, sovrintenderà a un lancio multinazionale di paracadute in Georgia, un calo che coinvolge la sesta brigata polacca aviotrasportata in Lituania con l’6 ° paracadutista e una 82a brigata aviotrasportata che salta in Lettonia con paracadutisti spagnoli e italiani. Ecco come appare la pianificazione della guerra del 173 ° secolo.

Cosa devono pensare i russi ai salti internazionali di paracadute vicino al suolo russo? Cosa pensano gli americani dei russi? Cosa pensano i russi che pensano gli americani pensano i russi? Ricordo di essere stato addestrato a pensare in questo modo a scuola. Certo, è stato assurdo negli anni ’80 e ancora di più oggi. Gli americani e i loro lacchè europei sono intenzionati a dominare la Russia e i russi lo capiscono. In che altro modo si può spiegare l’avventurismo militare della NATO? Defender Europe 20 non si tratta di scoraggiare l’aggressione russa. Invece, si tratta di ambizioni imperiali occidentali che si estendono fino a Vladivostok.

Visita No alla NATO – No alla guerra per aggiornamenti su queste manovre militari e opposizione ad esso.

fonti:

Defence News.com, 1 novembre 2018: Generale della NATO: l’Europa non si muove abbastanza velocemente sulla mobilità militare

German Foreign Policy.com, 7 ottobre 2019: Testare la mobilitazione contro l’Oriente

Sito web socialista mondiale 8 ottobre 2019: Defender 2020: i poteri della NATO minacciano la guerra contro la Russia

Defense News.com, 14 ottobre 2019: Combattere la burocrazia: per la NATO, l’esercizio di Defender 2020 in Europa metterà alla prova l’interoperabilità

Army Times 15 ottobre 2019: Queste unità dell’esercito andranno in Europa questa primavera per Defender 2020 – ma stanno fingendo che sia il 2028

Army Times 12 novembre 2019: Ecco come – e quali – le unità dell’esercito americano si muoveranno attraverso l’Atlantico questa primavera

Fonte: https://worldbeyondwar.org/it/defender-europe-20-preparing-for-war-from-german-soil/

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.