Stampa / Print
di Gianni Lannes
Ma cos’è la fine del mondo? Questo è il calendario dei prossimi mesi. L’ha stilato un computer di ultima generazione Microsoft, dopo il recente incontro con l’inquilino del quirinale, elaborando miliardi di dati sui comportamenti umani, la psicologia di massa, le relazioni sociali. A giugno quasi tutto è tornato come prima, a parte la libertà ormai esaurita per legge per il gregge italopiteco. Gli evaasori fiscali comunque tornano ad evadere come se niente fosse mai accaduto e con il maltolto acquistano un letto di terapia intensiva e se lo piazzanonel villone. Il personal-respiratore diventa uno status symbol. L’unione europea sanziona gli stati che vantano un numero di morti superiore a quanto previsto dalle normative vigenti, stabilite dal Conte bis. Ormai l’avvocato del popolo, a sprezzo del meritato ridicolo, è l’emblema della demenzialità tricolore e totalitaria. Hitler e Mussolini risorgono entusiasti dalle tombe. Dal 2020 è severamente vietato morire in una percentuale superiore al 2 per per cento del prodotto interno lordo.
Post scriptum
Il mio fraterno amico Andrea Pazienza come avrebbe reagito in una situazione paradossale simile? Sicuraente, come me, avrebbe incoraggiato la Resistenza al delirio globale del megalomane Bill!

.
Go to Source

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.