Stampa / Print

torta patate doolci10

Questa torta mi risulta ignota.

L’ho assaggiata la prima volta da Hiro’s, ristorante giapponese in Milano.

La proprietaria del locale che me l’ha consigliata, mi ha confidato che era uno di quei dolci gentili che le preparava la mamma.

Con poco di tutto, ma una gran quantità di patate americane. Con quel fare minimal dei nipponici, mi ha snocciolato concisamente gli ingredienti: patate, zucchero, latte, poca farina, un pizzico di lievito.

L’ho trovata deliziosa, accompagnata com’era da poca panna semimontata. La torta è densa, molto umida, dolce e con un vago sapore di zucca se usate le patate dolci e di castagna se usate quelle americane.

A casa mi sono messa alla ricerca della ricetta – per ciò che concerne dosi e tempi – ma dall’internet nessuna risposta circa una torta di patate dal sapore nipponico.

Del resto Hiro’s è un ristorante giapponese molto rinomato ma anche molto singolare: tante sono le volute contaminazioni con la tradizione e le materie prime occidentali.

Infatti una torta come descritta la producono in Sardegna: ho provato a realizzarla. E’ quella!

Ovviamente qui c’è la mia versione personalizzata.

torta patate doolci11

Ricetta

Ingredienti per una torta del diametro di 18/20 cm

  • Patate americane o dolci (quelle arancioni)*, 600 g
  • Zucchero, 100 g
  • Farina 60 g (un 20 g di più se usate le patate dolci)
  • Latte, 250 ml
  • Uova, 2
  • Burro, 30 g + quello per la teglia
  • Lievito, 1 cucchiaino
  • Vaniglia, 1/2 bacca
  • Cannella, 1 cucchiaino raso
  • Noce moscata, 1/2 cucchiaino
  • Limone, 1
  • Sale, 1 pizzico

*ho usato patate dolci – più acquose – ma l’originale vuole quelle americane.

 

Lessate le patate in abbondante acqua. Una volta cotte (fate la prova con uno stuzzicadenti; dovranno essere morbide) pelatele ancora calde e poi premetele con uno schiacciapatate.

Versate il tutto in una padella dai bordi alti o una casseruola e fate asciugare le patate a fiamma media, girando con un cucchiaio di legno.

Aggiuntete poi il burro e in un secondo momento il latte, poco per volta, sempre a fiamma media. Fate asciugare i liquidi fino a ottenere un purè piuttosto asciutto.

Aggiungete lo zucchero e, sempre sul fuoco, fatelo sciogliere. Spegnete e aggiuntete ora i tuorli e la farina insieme al lievito. Mescolate bene.

Unite ora le spezie, la buccia del limone grattugiata e il sale.

Montate gi albumi a neve ferma. Aggiungeteli delicatamente al composto, mescolando dal basso veso l’alto per non smontarli.

Ungete una teglia con burro e poi infarinatela, togliendo successivamente l’eccesso.

Versate l’impasto, livellatelo e poi infornate a 180° per 45 minuti. Non aprite il forno duratnte la prima mezz’ora.

Fate raffreddare completamente la torta prima di consumarla. Meglio sarebbe, conservarla in frigorifero.

Accompagnatela con un cucchiaio di panna semimontata pochissimo zuccherata.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

.
.
.
Go to Source

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.