Stampa / Print

fragole

Non che abbia una passione smodata per i dolci, ma qualche volta la voglia prende. E, se devo scegliere, preferisco cose semplici e tradizionali.

E se non avete nemmeno tanto tempo da dedicare alla cosa, vi consiglio questa crostata con una crema che non va nemmeno cotta.

Pero’ la frolla già pronta no eh…questa che vi presento è speciale. Fatela.

Qui una versione con un’altra frolla.

Ricetta

Pasta frolla

  • Farina 00, 500 g
  • Burro morbido, 300 g
  • Zucchero al velo, 200 g
  • Tuorli d’uovo, 80 g (circa 3)
  • Sale, un pizzico
  • Bacca vaniglia, 1/2

Crema a freddo

  • Mascarpone, 400 g
  • Rum, 2 bicchierini da liquore
  • Vaniglia, 1 bacca
  • Farina di mandorle, 120 g
  • Fragole, 400 g
  • Confettini argentati o colorati (facoltativo)

Realizzate la pasta frolla  mischiando tutti gli ingredienti su una spianatoia e lavorandoli velocemente. Lasciate a riposo in frigo, avvolta in pellicola, per 1 ora.

Tirate fuori la pasta dal frigo, stendetela abbastanza sottilmente, imburrate e infarinate dei piccoli stampi del diametro di 10 cm circa, poi foderate con la pasta. Per far aderire bene la pasta ai bordi premetela con una pallina di pasta che vi avanza. Tagliate i bordi in eccesso e punzecchiate la pasta con una forchetta e riempitela di fagioli secchi per non farla gonfiare; infornate a 180° per 25 minuti circa.
Nel frattempo preparate la crema a freddo: in una terrina versate il mascarpone, il rum, la vaniglia e lo zucchero rimasto. Mescolate bene, poi aggiungete la farina di mandorle e mescolate.

Sfornate le crostatine, lasciate raffreddare, poi versate in ognuna un cucchiaio abbondante di crema. Tagliate le fragole a fettine e disponetele a raggiera sulla crema. Ultimate con dei confettini.

Potete sostituire la farina di mandorle con quella di cocco.

Salva

Salva

Salva

Salva

.
.
.
Go to Source

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.