Senza Tav o senza testa

Stampa / Print

Sto parlando della stragrande maggioranza dei No Tav che
trovo sul web. Non per la specifica presa di posizione. Su quella non mi
pronuncio (è cosa complessa, ma soprattutto troppo usata contro i  governi, di qualsiasi colore o tendenza). No,
mi riferisco ai commenti che associano i cantieri TAV alle mafie. Anche qui non
entro nel merito, ma una cosa è certa: chi ci sta governando, ha la
responsabilità di estirpare questa eventuale collusione. Comunque, non è solo
per la TAV che questi angioletti tirano fuori sempre l’equazione grandi opere=
mafie. Ne discende che non si possono più fare grandi opere finchè le mafie non
saranno debellate. Ma sono poi sicuri che anche nelle piccole opere le mafie
non contino nulla? Allora tutti fermi fino a nuovo ordine? E nel frattempo non
costruiremo più niente? Non faremo più un appalto? Supponiamolo, ma allora la
domanda cruciale è: quindi la PRIMA GRANDE URGENZA NAZIONALE è la lotta al
crimine organizzato. La seconda è: non vi pare che con tutta questa urgenza,
per ora il governo abbia fatto da poco? Certo ci sono le nuove leggi per
l’indurimento delle pene, ma questo le mafie l’avevano già scontato usando
prestanome. Poi ci sono le leggi sui corrotti, ma, anche qui, soprattutto per
grandi opere, le tangenti viaggiano ormai su conti cifrati, quando non sulle
blockchain delle criptovalute.  Nel
frattempo stiamo ricostruendo il ponte Morandi a Genova, benedetto in millanta
foto da presidente e vicepresidenti di questo governo. Quindi devo dedurre che
una società mafie free questo governo l’ha trovata, ma se è così, come mai non
riesce a trovarne altre e se è l’unica perché non affidare tutto a lei, tenendo
naturalmente alta la guardia e i controlli? Queste sono le vere domande per cui
chiedere vere risposte. Invece no, si passa direttamente alla calunnia, al
sospetto, alla maldicenza, tanto, di solito nessuno fa mai le pulci e ci chiede
di rendere conto delle nostre affermazioni. Il modello di cui al titolo non è
in voga da quando esistono i 5S, ma da quando esiste il web. Crozza ce lo ha
spiegato magnificamente con Napalm51, ma anche così i cervelli non si sono
disingorgati, perché è troppo facile non usare, se mai ci fosse, il cervello.
Vomiti, non commenti. E questa dovrebbe essere la nuova democrazia?

Fonte (source) – (go to source)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *