Pasta fritta cinese

Stampa / Print
Ciao a tutti, oggi vi propongo la pasta fritta, croccante e leggera come una nuvola, l’ho realizzata sperimentando il metodo cinese, il risultato è stato strepitoso, in famiglia è piaciuta tantissimo. 
La propongo con affettati e formaggi di vario genere e posso assicurarvi che un bastoncino tira l’altro. Questo impasto semplice ha bisogno di un lungo tempo di riposo in frigorifero, quindi vi consiglio di prepararla la sera per averla disponibile il giorno successivo. Vediamo di seguito come prepararla in modo semplice



Ingredienti:

-280 gr di farina 0
-160 gr di latte
-10 gr di olio extravergine di oliva oppure di semi
-2 gr di bicarbonato
-8 gr di lievito istantaneo per torte salate
-5 gr di sale

Procedimento:

  1.  metto la farina in una terrina con il bicarbonato, il lievito istantaneo, il sale e l’olio, mescolo velocemente e aggiungo il latte, impasto fino ad ottenere un panetto compatto, lo copro con pellicola e lo lascio riposare in frigorifero tutta la notte
  2. il giorno successivo lo lavoro sul piano di lavoro rendendolo elastico e lo divido in due parti
  3. stendo ogni parte col matterello ottenendo delle strisce larghe circa 10 cm e dello spessore inferiore a mezzo centimetro
  4. ungo le strisce con olio da entrambi i lati e le adagio su un tagliere coperte con pellicola, le lascio riposare per 20 minuti
  5. dopo il tempo di riposo le taglio in bastoncini della larghezza di 1,5 cm, in seguito sovrappongo le strisce appaiandole
  6. a questo punto con un bastoncino per cibo oppure con uno spiedino di bambù posizionato al centro del bastoncino di impasto per il verso della lunghezza premo con forza, in modo tale che l’impasto non si vada ad aprire durante la frittura
  7. metto una pentola sul fuoco con abbondante olio di semi e porto l’olio a temperatura, ci immergo le strisce di impasto realizzate, ma prima di immergerle le tiro per le estremità. Le faccio dorare roteandole continuamente con uno spiedino, in seguito le metto su carta assorbente. Buon appetito!

 di seguito la video ricetta


 

Fonte (source) – (go to source)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *