Stampa / Print
Buongiorno a tutti è da un po’ che manco dal blog, e siamo già arrivati al periodo di Carnevale. Il tempo vola..Chi mi segue sa che non amo particolarmente friggere, ma in questo periodo è bello fare un’eccezione. Questa è la seconda ricetta che provo dal libro “Dolci Occasioni” di Joyce Escano e devo dire che sono rimasta molto soddisfatta entrambe le volte. Appena riesco posterò anche la ricetta di una torta buonissima.
Intanto vi consiglio queste lattughe di Carnevale, simili a frappe, cenci, chiacchiere etc..cambiano ben poco alla fine, ma come tutte una tira l’altra..
A presto!!


Ingredienti:

– 500 gr di farina manitoba più un po’ per il piano di lavoro
– 100 gr di zucchero semolato
– 60 gr di burro morbido
– 5 gr di sale (io ne ho messi 3gr)
– 150 gr di uova intere (3 di quelle medie)
– 25 gr di tuorlo (1 di quelle medie)
– 50 gr di Marsala (io Amaretto e Creola)
– scorza grattugiata di un limone bio
– 1/2 baccello di vaniglia (io non l’ho messo)
Per la decorazione:
– 100 gr di zucchero a velo vanigliato
Procedimento: potete impastare gli ingredienti sia nella planetaria che a mano. Io l’ho fatto a mano lavorando in una ciotola le uova con lo zucchero, il sale, la scorza del limone e aggiungendo poi il burro morbido, e la farina e man mano il liquore.
Lavorare l’impasto inizialmente nella ciotola per amalgamare bene tutti gli ingredienti poi sulla spianatoia leggermente infarinata, finché il panetto non sarà ben liscio. Formate una palla e copritela con della pellicola trasparente e mettete in frigo per almeno 2 ore. 
Trascorso il tempo, infarinate leggermente il piano di lavoro  e stendere la pasta molto sottilmente con il mattarello. Joyce dice che deve avere uno spessore di 1-2 mm circa. Se avrete lasciato riposare la pasta per il tempo richiesto non avrete molta difficoltà a stenderla. Con una rotella dentata ricavate dei rettangoli non molto grandi e incideteli al centro sempre con la rotella.
Versate in una padella capiente abbondante olio per friggere, quando diventa bollente (se avete un termometro da cucina dovrebbe essere intorno ai 170°) immergete le lattughe un po’ per volta, e durante la cottura giratele con un mestolo forato. Fate attenzione a non friggerle troppo a lungo basta un minuto in totale per entrambi i lati. Man mano che sono pronte mettetele sopra la carta assorbente per eliminare l’olio in eccesso. Una volta cotte tutte trasferitele su un piatto da portata e cospargetele di zucchero a velo e servite.

Fonte (source) – (go to source)

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.