Hefeklosse con salsa all’uva fragola

Stampa / Print
Gli Hefeklöße sono dei dolci tipici del sud della Germania. Si tratta di una sfera di pasta dolce, soffice come una nuvola, servita con una salsa a base di frutta. Sono facili e veloci da preparare, ma la ricetta deve essere seguita alla perfezione perché la cottura a vapore riesca.

La mia ricetta mi ha garantito più volte un risultato perfetto, riusciranno benissimo anche a voi. Per la salsa d‘accompagnamento, ho usato l’uva fragola. Una salsa velocissima e semplice, che ha dato il giusto bilanciamento al gusto dolce e delicato degli hefeklöße.


Ingredienti per 5 persone:

– 250 gr di farina 00
– 15 gr di fecola di patate
5 gr di lievito di birra
– 125 ml di latte
– 50 gr di burro
– 50 gr di zucchero
– 1 uovo intero
un pizzico di sale fino

Per la salsa all’uva fragola:

– due grappoli d’uva
– un cucchiaio raso di zucchero

Procedimento:

Fate scaldare metà del latte, sciogliendovi il burro. Aggiungetevi poi l’altra metà, per renderlo appena tiepido, e scioglietevi il lievito di birra. Prestate attenzione che il latte non sia troppo caldo, o farete morire il lievito.

In una ciotola capiente versate la farina, la fecola, lo zucchero e il pizzico di sale (che io aggiungo in ogni mio dolce). Versatevi il latte, unite l’uovo intero, quindi mescolate il composto. Vi consiglio di lavorarlo per qualche minuto con le fruste elettriche, quelle ad S appositamente pensate per gli impasti.

Quando la pasta degli hefeklöße sarà omogenea e ben legata, anche se morbida, coprite la ciotola con un panno umido e lasciate a riposare 45 minuti in un luogo tiepido. Il forno, con la sola luce accesa, andrà benissimo.

Trascorso questo tempo l’impasto sarà raddoppiato. Dividetelo in cinque parti, e date loro una forma sferica. Bagnatevi le mani se avete difficoltà a lavorare l’impasto, poi coprite ogni sfera con dell’altra farina perché non attacchi.

Posizionate le sfere in un cestino per la cottura a vapore, coperto con della carta forno o con una garza perché l’impasto non fuoriesca. Fate lievitare altri 45 minuti. 

Mettete sul fuoco una pentola capiente, con un dito d’acqua all’interno. Non di più, soprattutto se il vostro cestello è basso: l’impasto non deve toccare l’acqua. Quando l’acqua bolle, inserite nella pentola il cestello con gli hefeklöße e coprite subito.

Se avete un coperchio in vetro, usatelo. In alternativa, ricordate che è comunque fondamentale che il coperchio non lasci fuoriuscire vapore: niente coperchi rovinati o troppo piccoli!

Fate cuocere per 15, massimo 17 minuti, a fuoco medio. Dovete evitare che l’acqua perda il bollore, ma non serve che bolla molto forte. Trascorso questo tempo, spegnete il fuoco e lasciate raffreddare. Per abitudine io li tolgo dalla pentola dopo mezz’ora da quando ho spento il fuoco.

Tra una lievitazione e l’altra potete fare la salsa. Io ho semplicemente pulito l’uva, mettendola in una pentolina con lo zucchero. Ho lasciato bollire una decina di minuti, poi con un passaverdura ho separato bucce e semi dalla polpa.

Per servire attendete semplicemente un paio d’ore, che tutto sia freddo. Per conservare, invece, tenete gli hefeklöße in frigo ben coperti, ma riportateli sempre a temperatura ambiente.

Consigli:

Potete aggiungere all’impasto degli hefeklöße una singola goccia di aroma alla vaniglia, o un pizzico di scorza di limone, per aumentarne il sapore. Io tuttavia li preferisco al naturale.

Per la salsa, vanno benissimo anche i frutti di bosco misti. In Germania si usa cospargerli di burro fuso e cannella, ma credo sarebbero molto pesanti. Gli hefeklöße sono anche perfetti con la crema di nocciole, o con del cioccolato (evitando quello bianco, troppo dolce).

Io ho usato un cestello per il vapore piuttosto piccolo, diametro 18 cm, e gli hefeklöße si sono uniti. Ma con questa forma mi piacciono più che nella classica presentazione a sfere ben separate, quindi non cambierò metodo. Voi potete sempre prendere un cestello più grande!

Non preoccupatevi se prima della cottura gli hefeklöße vi sembrano piccoli e mal lievitati. In cottura cresceranno molto.

Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *