Croissant francesi

Stampa / Print
ciao a tutti, oggi vi propongo i Croissant francesi sfogliati, semplicemente favolosi con una sfogliatura perfetta, ottimi per una colazione festosa in famiglia, buoni semplici… oppure farciti con creme, confetture e nutella. Si possono congelare dopo la preparazione, prima della lievitazione e tirare fuori all’occorrenza. Vediamo come procedere per prepararli

Ingredienti per circa 18 croissant:

-500 gr di farina manitoba
-250 gr di acqua
-15 gr di lievito di birra fresco 
-60 gr di zucchero
-60 gr di burro a temperatura ambiente
-10 gr di sale 

-250 gr di burro per la sfogliatura

Procedimento:

  1. sciolgo il lievito nell’acqua e metto la farina e lo zucchero nel contenitore della planetaria, ci verso l’acqua col lievito disciolto all’interno ed impasto col gancio fino ad incordatura per 7-8 minuti
  2. ad incordatura avvenuta aggiungo il burro a temperatura ambiente, il sale ed impasto per altri 10 minuti
  3. trasferisco l’impasto sul piano di lavoro e formo un panetto, lo copro e lo lascio rilassare per 20 minuti
  4. trascorso il tempo necessario allargo l’impasto e formo un giro di pieghe di rinforzo, a questo punto potete far lievitare il panetto fino al raddoppio, oppure metterlo in un contenitore da frigo e farlo riposare tutta la notte nel frigorifero, come farò io in questa preparazione. In tal modo sarà più semplice sfogliare con un impasto freddo 
  5. prendo il panetto di burro e lo metto tra 2 fogli di carta forno, lo schiaccio col matterello formando una lamina di burro sottile delle dimensioni di 20×25 cm, lo trasferisco nel frigorifero
  6. il giorno successivo prendo l’impasto dal frigorifero e lo trasferisco sul piano di lavoro, lo stendo col matterello e realizzo una sfoglia delle dimensioni di 42×27, adagio la lamina di burro su metà sfoglia e piego l’altra parte di sfoglia sul burro, chiudendolo all’interno, giro il panetto con l’apertura alla mia destra, ed inizio a picchiettarlo col matterello premendo per tutta la sfoglia, poi lo faccio scorrere fino a realizzare una sfoglia delle dimensioni di 55×20, a questo punto realizzo una piega a tre, copro con pellicola e metto in frigorifero per 30 minuti
  7. riprendo il panetto con l’apertura a destra e lo allargo con la stessa modalità, picchiettando il matterello sulla sfoglia e facendolo scorrere, realizzo una sfoglia delle stesse dimensioni ed eseguo la seconda piega a 4, copro con pellicola e metto di nuovo in frigorifero per 30 minuti
  8. riprendo il panetto con l’apertura a destra e lo stendo sempre delle dimensioni di 55×20  eseguo la terza piega a 3, copro con pellicola e faccio riposare per 30 minuti
  9. prendo di nuovo il panetto e lo stendo delle dimensioni di 20×30 lo adagio su un vassoio, lo copro e questa volta lo ripongo in frigorifero per 1 ora, in tal modo andrò a stenderlo e tagliarlo meglio per realizzare i croissant
  10. trascorso il tempo necessario stendo il panetto delle dimensioni di 40×60 e lo divido in due, ottenendo due strisce di 60×20
  11. a questo punto realizzo i triangoli con base 10 e altezza 20…e li arrotolo partendo dalla base fino ad arrivare alla punta, senza particolare attenzione, la cosa fondamentale è che la punta rimanga a contatto col piano di lavoro, in modo che il croissant non si apra durante la cottura
  12. dispongo i croissant su una teglia da forno rivestita da carta forno distanziati tra di loro perchè dovranno lievitare fino al raddoppio del volume. Li copro con pellicola trasparente e li faccio lievitare nel forno spento con la luce accesa…ci vorrano circa 2 ore e mezza 3 ore
  13. a volume raddoppiato li spennello sulla superficie con un uovo sbattuto in modo delicato per non rovinare la lievitazione…e posso infornare, in forno caldo statico a 200° per 18 minuti, nella parte intermedia del forno, altrimenti non cuoceranno sotto e bruceranno sulla superficie 
  14. una volta pronti li lascio freddare completamente e li spolverizzo con zucchero a velo! Sono super…uno tira l’altro! Buona colazione a tutti….di seguito la video ricetta………





Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *