Stampa / Print

5 sensi ci consentono di decodifiare solo una parte infinitesimale della Realtà in cui siamo immersi, cosi i rimedi  e tecnologie vibrazionali e la conoscenza dei campi morfogenetici possono aprirci le porte o accompagnarci a riconoscere ed esperire una realtà piu’ sottile, che pre-esiste alla materia densa.  
 
Ogni elemento vivente ha un proprio campo di energia, un’impronta, sulla quale agiscono i rimedi e le tecnologie vibrazionali. La loro frequenza riequilibra e “guarisce” il sistema energetico, attraverso il corpo fisico.

 Rupert Sheldrake, scoprì che tra i diversi esseri viventi esistono rapporti che sfuggono a qualsiasi spiegazione logica. Li definì campi morfogenetici, ossia campi che consentono questi collegamenti senza bisogno di materia e di trasmissione di informazioni.

Chiunque puo’ fare esperienza di questi campi indipendenti da tempo e spazio e che diventano una sola realtà e agiscono come fossero uno solo: per esempio in una sala da concerto dove regna un’inspiegabile armonia, dove si sviluppa una sinfonia, un accordo.
Anche la meditazione rende possibile tali esperienze in campi non percepibili con la logica e non visibili ma tuttavia intuibili.

Il mondo della fisica moderna dimostra che regna un sincronismo inspiegabile. I fenomeni che si presentano nei campi morfogenetici avvengono sincronicamente. Anche la dottrina dell’analogia si trova in perfetta armonia con l’idea dei campi morfogenetici.

>>> tutto l’articolo qui: https://www.thelivingspirits.net/oltre-la-materia-densa-rimedi-tecnologie-vibrazionali-campi-morfogenetici/

Paracelso - Libro
Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.

Sitemap