L’ex presidente dovrebbe chiarire

Stampa / Print
La vicenda del decreto popolari, della telefonata tra De Benedetti e il suo broker, non è una storia da poco conto.
Non è Spelacchio, non è la nomina di Marra (e delle bugie all’anticorruzione) e non è nemmeno la questione dei soldi non pagati da Grasso per l’iscrizione al gruppo PD.
Nemmeno i numeri sparati sul lavoro, quel milione di posti in più che non si capisce bene se sia figlio del
Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *