Stampa / Print
ciao a tutti oggi vi propongo dei cantucci al cacao golosi, con nocciole precedentemente tostate, cacao amaro e gocce di cioccolato fondente, che li renderanno irresistibili!
Sono degli ottimi biscotti secchi da inzuppo, senza burro e olio, da sgranocchiare in qualsiasi momento della giornata…vediamo come procedere 

Procedimento:

  1. tosto le nocciole in forno caldo statico a 180° per 5 minuti e preparo l’impasto
  2. metto i tuorli e le uova intere in una terrina, aggiungo lo zucchero, il sale, la scorza di arancia e l’estratto di vaniglia, monto il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso
  3. aggiungo il cacao amaro e continuo a lavorare il tutto facendolo ben integrare
  4. metto la farina piano piano a cucchiaiate e quando l’impasto inizierà a compattarsi lavoro con le mani. 
  5. aggiungo il lievito per dolci e lo faccio assorbire, infine metto le nocciole tostate e le gocce di cioccolato fondente, continuando ad impastare
  6. trasferisco il panetto sul piano di lavoro e formo un filoncino che dividerò in 4 parti uguali
  7. realizzo 4 filoncini dello spessore di circa4 cm e lunghi 36 cm. Li dispongo in una teglia da forno rivestita di carta forno distanziati perlomeno 5 cm l’uno dall’altro; li spennello con del latte per eliminare eventualòi residui di farina sulla superficie 
  8. posso infornare in forno caldo statico a 180° per 20-25 minuti, una volta pronti li lascio freddare, in seguito li taglio col coltello leggermente obliquo, realizzando la tipica forma del cantuccio
  9. una volta tagliati li adagio sulla teglia da forno e li facio biscottare in forno caldo statico a 180° per 5 minuti
  10. I cantucci al cacao sono pronti per essere gustati o regalati…di seguito la video ricetta…

Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.