Stampa / Print
Fare torte dolcissime è facili, basta mettere quantità astronomiche di zucchero e piacciono (quasi) a tutti. Fare un dolce non zuccheroso, rubando i sapori al mondo del salato, meno. Queste pere caramellate allo zafferano sono state una sfida per me, che d’istinto le avrei coperte di cioccolata amara e cocco; una sfida stravinta.
La loro consistenza è morbida verso l’estero e più compatta all’interno, con filamenti di caramello a coprirle. Lo zafferano regala un tocco unico, toglie il dolce stucchevole del caramello ed esalta le pere. Io ho usato quello della Bottega dello Zafferano, di alta qualità e in pistilli. E’ più facile da dosare rispetto alla polvere, e vederlo nel piatto è davvero invitante.


Ingredienti per 4 persone:

– 2 pere non troppo mature
– 50 gr di zucchero
– 100 ml di vino (io rosato, ottimo anche il bianco)
– mezza bustina di zafferano Bottega dello Zafferano


Procedimento:
Mettete lo zafferano nel vino a temperatura ambiente come prima cosa, così che si insaporisca. Tagliate le pere in quarti, dopo averle lavate bene o sbucciate in base ai vostri gusti.

Scaldate a fiamma viva una padella antiaderente, e disponetevi le pere. Fatele intiepidire su tutti i lati, quindi aggiungete tutto il vino con lo zafferano, un paio di cucchiai d’acqua e metà zucchero. Quando il vino avrà raggiunto il bollore attendete 5-10 secondi, poi coprite ed abbassate la fiamma al minimo. 

Girate le pere di tanto in tanto, perché cuociano in un modo uniforme. Dopo circa 15 minuti saranno tenere ma non sfatte: toglietele dalla padella senza spegnere il fuoco. Aggiungete il resto dello zucchero, e mescolate senza fermarvi finché il caramello non si colora ed addensa. Usando un cucchiaino colatelo quindi sulle pere.

Servite tiepido o freddo.


Consigli:

Attenzione alla dose dello zafferano. Nel dubbio, meglio un poco di meno piuttosto che troppo.
Le pere che ho usato io non erano state trattate con antiparassitari e affini, quindi ho lasciato la buccia. Io preferisco sempre non sbucciare la frutta, se posso, ma la ricetta riesce bene anche senza buccia.
Se mentre cuocete le pere la salsa dovesse addensarsi troppo, allungatela con poca acqua calda per volta. Dopo l’aggiunta iniziale di un paio di cucchiai, a me non è comunque servito.

Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.