Stampa / Print
Stamattina la polizia spagnola ha cercato di ostacolare il referendum, anche con la forza: 337 persone hanno avuto bisogno di assistenza medica, ma ora la situazione è più calma

(Nicolas Carvalho Ochoa/picture-alliance/dpa/AP Images)

Oggi in Catalogna è in corso il referendum per l’indipendenza, ritenuto illegale dal governo spagnolo. Sono previsti 2.315 seggi, di cui 207 a Barcellona. Mentre la polizia catalana non sta bloccando le operazioni di voto, quella spagnola è entrata in vari seggi – anche con la forza – per requisire le urne e il materiale elettorale. In tutto, secondo le autorità catalane, 337 persone in tutta la Catalogna hanno avuto bisogno di cure mediche, mentre i feriti sono circa 90. Stamattina le autorità catalane segnalavano inoltre problemi al sistema informatico che gestisce il registro degli elettori, forse per via di attacchi esterni. Le operazioni di voto sarebbero dovute iniziare alle 9, ma per queste ragioni sono cominciate in ritardo in varie zone: ora stanno comunque procedendo senza grossi problemi.

Fonte: Il Post
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.