Stampa / Print
Ipotesi della ganascia termica sulla produzione di eccessi di calore anomali come spiegazione dell’effetto Rossi

Nota informativa: questo post è il proseguimento di quanto pubblicato la scorsa settimana con il titolo “La ganascia termica nella generazione di calore anomalo – Sull’importanza del rapporto fra la superficie e il volume del metallo”

In base all’interpretazione proposta l’argomentazione che la presenza di un COP>2 renda il sistema instabile perché dovrebbe osservarsi un aumento incontrollato della temperatura è priva di fondamento.
L’innesco dei fenomeni esotermici anomali avviene durante il raffreddamento determinando un COP istantaneo molto elevato. Questo effetto a sua volta si ripercuote positivamente sul COP complessivo facendolo aumentare senza alcun vincolo al superamento di un limite complessivo pari a 2.
Il meccanismo individuato conferma inoltre l’inesistenza del rischio che le reazioni esotermiche anomale possano fare perdere il controllo del sistema per un riscaldamento eccessivo.

Letture consigliate: E-Cat e dintorni

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.