Pasta al prezzemolo

Stampa / Print
La pastasciutta migliore è quella semplice. Lo affermano le nonne, lo condivide chiunque di pasta se ne intenda: pochi ingredienti ben lavorati, pochi sapori intensi, e tanta praticità. Questa pasta al prezzemolo è esattamente così. Prezzemolo fresco, che poi sminuzzo e surgelo per l’inverno, spaghetti di grano 100% italiano, e un olio che è una favola. 
Dell’extravergine Hispellum Terre Rosse vi avevo già parlato QUI. La collaborazione si è rinnovata, e il risultato dell’incontro tra me, foodblogger veneta, e l’ottimo olio umbro è (anche) la ricetta che segue. Buon appetito! 


Ingredienti per 2 persone:

– 180-200 gr di pasta, io spaghetti di grano 100% italiano
– 4 cucchiai di extravergine d’oliva Hispellum Terre Rosse
– un mazzetto di prezzemolo tritato
– uno spicchio d’aglio
– poco peperoncino a piacere


Procedimento:

Cuocete la pasta come d’abitudine, in abbondante acqua salata e scolandola al dente. Io ho usato spaghetti, e vi consiglio in genere la pasta lunga, ma in base ai vostri gusti tutti i formati sono adatti.

A parte dedichiamoci al sugo al prezzemolo. Lavate e tritate il prezzemolo, al coltello o con un mixer che sia. In una padella ampia, versate l’olio e lo spicchio d’aglio schiacciato o diviso a metà. Gli amanti del genere possono anche tritarne mezzo spicchio al coltello, senza poi toglierlo. Unite ora, se volete aggiungerlo, anche il peperoncino.

Extravergine Hispellum Terre Rosse, fornitomi per la collaborazione

Fate scaldare l’olio, e non appena avrà preso temperatura versatevi il prezzemolo. Pochi istanti dopo questo comincerà ad appassire: spegnete la fiamma.

Al momento di scolare la pasta, versate un mestolo di acqua di cottura nel prezzemolo. Unitevi la pasta e fate saltare per qualche istante a fiamma alta. Togliete l’aglio se intero, quindi servite.


Consigli:

Questa pasta è ottima anche riscaldata in un secondo momento, o mangiata appena tiepida. Col caldo estivo, il dettaglio non è da poco.
Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *