Danubio dolce

Stampa / Print
ciao a tutti oggi vi propongo un’altra ricetta per una colazione estiva in famiglia, il danubio dolce, soffice e profumato, delizioso semplice, fantastico farcito con marmellate, confetture o creme, io lo farcirò con Nutella, per compiacere i golosoni dei miei figli…vediamo come procedere

Procedimento:

  1. sciolgo il lievito di birra con il miele, metto la farina in una terrina con il sale e lo zucchero, mescolo il tutto formando una buchetta al centro della farina. Ci verso il latte, il lievito disciolto, la scorza di limone, l’estratto di vaniglia e l’uovo, mescolo bene il tutto fino a far compattare il composto, a questo punto aggiungo il burro morbido e continuo ad impastare fino a farlo integrare
  2. verso il composto sul piano di lavoro infarinato, sarà morbido e appiccicoso, lo lavoro brevemente, giusto il tempo di realizzare un panetto che dispongo in una terrina imburrata. Copro con pellicola e faccio lievitare fino al raddoppio del volume
  3. a volume raddoppiato dispongo l’impasto sul piano di lavoro infarinato, realizzo un panetto rotondo e lo divido in 4 parti uguali con un tarocco, in seguito dividerò ogni parte in tre spicchi, ottenendo 12 pezzi
  4. Da ogni pezzo ricavo una pallina, che posso lasciare naturale oppure farcire con marmellate o creme, io metterò della nutella, su indicazione dei miei figli golosi
  5. schiaccio le palline con le mani ricavando dei dischi, metto un cucchiaino di nutella al centro e chiudo a fagottino, lasciando l’apertura nella parte sottostante 
  6. prendo una tortiera oppure una teglia da forno, in questo caso ho preferito una teglia rettangolare di 22×26 cm, ci distribuisco le palline all’interno, copro con pellicola e faccio lievitare per 45-60 minuti
  7. a questo punto per rendere il danubio più dorato lo spennello con un tuorlo ed un cucchiaio di latte ed inforno, in forno caldo statico a 180° per 15 minuti o fino a doratura
  8. il danubio è pronto, lo lascio freddare e spolverizzo con zucchero a velo! Di seguito la video ricetta









Fonte (source) – Leggi tutto (go to source)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *