Perle di saggezza sotto il sole e buone vacanze

Stampa / Print
Vi immagino sotto l’ombrellone con un buon libro in mano, con un costume a pois blu o a righine, oppure rosso acceso come la voglia di un’ estate da viversi a pieno, o ancora pieno di romantici motivi floreali. 
Qualcuna avrà il suo immancabile cappello di paglia, qualcuna lascerà i capelli naturali al vento, liberi di schiarirsi al sole. Qualcuna di voi invece sarà immersa nel verde della montagna, tra ruscelli e pietre, zaino in spalla e chilometri di sentieri in cui perdersi coi sensi.
Ci saranno tante foto da scattare, pezzi di bianco e blu da rubare in giro, paesaggi che sembreranno quadri e nuvole che giocheranno a rincorrersi per tutto il tempo. Perché d’estate si può fare, ci si stacca da tutto per un po’ e si pensa ad altro.
Tutte quelle perle di saggezza accumulate durante l’inverno, se ne staranno al sole ad abbronzarsi…
Qualcuna di queste oggi è rotolata nel mio piatto, anzi si è letteralmente tuffata in mare, attratta da una miriade di gusci di vongole aperte come i pensieri…
Sono piccole perle scurissime, ceci neri minuti e saporiti, che hanno scelto anche loro il blu per (ri)trovarsi…chissà che per qualche giorno non faccia lo stesso anche io! 
Vi auguro una buona vacanza, e vi aspetto a settembre, cariche come sempre! 
Un abbraccio,
Silvia

Linguine vongole e ceci neri 
(per 4 persone)
120/150 gr di ceci neri (da lasciare in ammollo 24 ore prima in acqua fredda)
1/2 kg di vongole (da lasciare in ammollo in acqua salata tutta la notte)
sale q.b.
olio extra vergine d’oliva q.b.
1/2 cucchiaino bicarbonato
5/6 pomodorini piccadilly 
prezzemolo q.b. 
qualche foglia di basilico
1 spicchio aglio 
1 scalogno
vino bianco 
linguine o pasta a piacere
Preparazione:
Mettete in ammollo in acqua fredda i ceci, 24 ore prima di prepararli, cambiando l’acqua 2/3 volte.
Le vongole lasciatele in ammollo in acqua fredda salata per tutta la notte (per consentire la spurgatura di eventuale sabbiolina).
Il giorno dopo, cuocete i ceci in pentola a pressione, aggiungendo dell’acqua e 1/2 cucchiaino di bicarbonato. Far cuocere per circa 35 minuti. Preservate un po’ di acqua di cottura da aggiungere successivamente.
In una padella antiaderente mettete a soffriggere uno scalogno tritato finemente con olio d’oliva, aggiungete i ceci già parzialmente cotti, con un po’ di acqua di cottura e ultimate di cuocere per altri 15 minuti, salando a piacere.
Prelevate metà dei ceci e con un mixer formate una crema, aggiungendo un po’ di prezzemolo, un cucchiaino di olio d’oliva e del brodo di cottura dei ceci stessi. Lasciate da parte.
Scolate le vongole che avete lasciato in ammollo tutta la notte in acqua salata, in una padella antiaderente mettete dell’olio, uno spicchio di aglio tagliato e fate rosolare le vongole fino a che cominceranno ad aprirsi, a questo punto sfumate con del vino bianco, lasciate evaporare leggermente, aggiungete dei pomodorini tagliati, qualche foglia di basilico e fate cuocere per una decina di minuti. Ultimata la cottura aggiungete i ceci ripassati in padella.
Preparate le linguine o della pasta a piacere e fatela saltare nella padella con le vongole e i ceci. Sul piatto che andrete a servire, mettete un cucchiaio abbonandate di crema di ceci, in modo da formare un letto, e adagiate sopra la vostra pasta. 
 

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *