Aria condizionata e bambini: come usarla in maniera corretta

Stampa / Print

Il dubbio è lecito: meglio proteggere i piccoli dal caldo con una piacevole rinfrescata 
o può far loro male?


Milano, 7 luglio 2017 – Ci risiamo, laria condizionata sembra essere lunico rimedio contro il soffocante caldo estivo. Tuttavia, se in casa ci sono dei bambini, il timore di incorrere in raffreddori, febbri e bronchiti fuori stagione spesso ci assale, ma demonizzare del tutto il climatizzatore è un grande errore. Perché aria condizionata e bambini possono coesistere, limportante è imparare a farne un uso intelligente. 


Habitissimo, la piattaforma online leader che mette in contatto domanda e offerta in tema di edilizia, ristrutturazioni e servizi per la casa, propone una serie di consigli per proteggere i più piccoli dal caldo in tutta serenità.

 

Alcune regole generali

Laria condizionata non è tutta uguale! Spesso si tende ad utilizzare i termini condizionatore e climatizzatore come sinonimi, ma essi si differenziano non di poco. Mentre il condizionatore raffredda semplicemente l’aria (grazie alluso del gas) non permettendo di regolare la temperatura, il climatizzatore raffredda l’aria ed in più deumidifica, filtra e eventualmente riscalda  lambiente. Inutile dire che la seconda scelta è quella ottimale, soprattutto se in casa ci sono bambini.


La temperatura ideale

La regola è sempre una: non eccedere. Una temperatura troppo bassa non è mai una buona scelta, né dal punto di vista della sostenibilità, né per quanto riguarda il consumo energetico. Ma soprattutto non è una scelta salutare per coloro che in casa ci vivono. È sufficiente diminuire la temperatura di tre-quattro gradi (massimo cinque) rispetto alla temperatura esterna. No quindi a temperature polari, piuttosto potrebbe essere molto utile accendere l’impianto con adeguato anticipo rispetto all’occupazione degli ambienti. 


La pulizia dei filtri

È molto importante non dimenticare mai di effettuare una periodica pulizia dei filtri onde evitare che si annidino acari, polvere e pollini. La frequenza dipende ovviamente dalluso, tenendo presente che in caso di uso quotidiano essa va fatta ogni due settimane. Ma in cosa consiste la manutenzione ordinaria degli split di casa? Principalmente nella rimozione dei filtri, nelleliminazione della polvere sotto lacqua corrente e nella necessaria asciugatura prima di reinserirli. Unoperazione di pochi minuti, indispensabile per la nostra salute. 


Aria condizionata e i bambini

Ti farà molto piacere scoprire che i pediatri non demonizzano laria condizionata, al contrario la considerano uno strumento prezioso per proteggere i bambini dal caldo eccessivo. I piccoli infatti non godono di un perfetto meccanismo di autoregolazione della temperatura corporea e possono andare incontro più facilmente a colpi di calore e sudorazione eccessiva. Ben venga quindi laiuto del climatizzatore, purché ne venga fatto un uso moderato e consapevole.


Cosa fare…

Prediligi la funzione deumidificatore, utilizzando il climatizzatore solo per raggiungere la temperatura desiderata. Se elimini l’umidità in eccesso avrai infatti anche una minore percezione del calore. Inoltre, soprattutto di notte, regola la ventola al minimo, in modo da non seccare eccessivamente le mucose. Se infine ci hanno sempre detto di non aprire le finestre per impedire la dispersione del calore, tieni presente che è importante arieggiare più volte al giorno le stanze dove il bambino soggiorna o dorme, per evitare il ricircolo continuo di sostanze inquinanti.


…e cosa evitare

Attenzione a non dirigere le bocchette dell’aria direttamente sul bambino, indirizzandole invece verso l’alto poiché il fresco tende a scendere verso il basso. Se il climatizzatore viene puntato direttamente sul bambino quando il piccolo è accaldato o sudato, laria fresca tende infatti a raffreddare ed asciugare il sudore mettendo a rischio di raffreddore. Evita anche gli sbalzi repentini di temperatura: un brusco passaggio dal caldo al freddo sarebbe particolarmente irritante per le vie respiratorie (con rischi maggiori soprattutto per i soggetti asmatici).

 

 

Habitissimo

Habitissimo è la piattaforma online leader in Spagna, Italia, Brasile e America Latina che mette in contatto domanda e offerta in tema di edilizia, ristrutturazioni e servizi per la casa.


Habitissimo offre agli utenti la possibilità di pubblicare gratuitamente richieste di preventivo e ricevere proposte daprofessionisti o imprese del settore. Alle imprese, la piattaforma consente di entrare in contatto con potenziali nuovi clienti.


Fondata nel 2009 in Spagna da Jordi Ber e Martìn Caleau, imprenditori Internet con esperienza nel settore delle costruzioni, Habitissimo è oggi la prima realtà online nel settore della ristrutturazione. 


Da allora, oltre 300.000 imprese e professionisti si sono registrati su Habitissimo, e più di due milioni di richieste di preventivo sono state pubblicate online.


www.CorrieredelWeb.it

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *