Stampa / Print
Alcune email sono state rilasciate online e secondo lo staff della campagna elettorale del candidato francese ci sarebbero anche documenti falsi mischiati a quelli veri

Emmanuel Macron. Credit: Reuters

La campagna elettorale del candidato alle presidenziali francesi Emmanuel Macron ha annunciato nella notte tra venerdì 5 e sabato 6 maggio di essere stata vittima di un “massiccio” attacco hacker a circa 36 ore dal ballottaggio che deciderà chi sarà il prossimo presidente francese.

Domenica 7 maggio i cittadini francesi sono chiamati a scegliere tra il candidato europeista e liberale di En Marche!, Emmanuel Macron e la leader del Front National, il partito di estrema destra, Marine Le Pen. Secondo gli ultimi sondaggi pubblicati prima della chiusura della campagna, Macron ha allungato il suo vantaggio su Le Pen.

I documenti sottratti (circa nove gigabyte di dati) sono stati pubblicati su un profilo chiamato EMLEAKS su Pastebin, un sito che consente di condividere file in modo anonimo. Non è chiaro chi sia il responsabile della diffusione dei dati o se questi siano tutti autentici.

“Il movimento En Marche! è stato vittima di un massiccio e coordinato hackeraggio questa sera, che ha portato alla diffusione sui social media di varie informazioni”, ha detto la campagna in una dichiarazione. Secondo i membri dello staff elettorale documenti veri sarebbero stati mischiati ad alcuni falsi per fare disinformazione.

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.