Stampa / Print
Il dialogo avverrebbe solo a certe condizioni, secondo quanto dichiarato dalla responsabile dei rapporti con gli Stati Uniti

La Corea del Nord è disposta a un dialogo con gli Stati Uniti sotto le giuste condizioni. A dichiararlo è stato Choe Son-hui, direttore generale dell’ufficio per i rapporti con gli Stati Uniti di Pyongyang.

L’affermazione arriva dopo settimane in cui la tensione tra Stati Uniti e Corea del Nord era cresciuta al punto da portare Washington a dichiarare pubblicamente di aver preso in considerazione alcune azioni militari contro Pyongyang. Nello stesso periodo, in Corea del Sud è invece stato eletto nuovo presidente Moon Jae-in, esponente di centrosinistra favorevole al dialogo con il Nord.

La dichiarazione è arrivata il giorno prima del summit sulla Belt and Road Initiative che si terrà a Pechino e vedrà presenti i rappresentanti di trenta paesi, tra cui la Corea del Nord, da sempre alleato della Cina con cui ultimamente i rapporti si sono molto raffreddati. Una delle ragioni di questo cambio di atteggiamento è stato l’incontro avvenuto tra il presidente statunitense Donald Trump e il suo omologo cinese Xi Jinping.

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.