Stampa / Print

Rodi Garganico (1987) © Gianni Lannes

di Gianni Lannes
Nonostante il mondo attuale di incomprensioni ed egoismi, mi rivedo bambino in casa dei miei nonni materni dove sono venuto al mondo in modo naturale, senza bisogno di alcun medico. Lì, nel profondo Sud, una volta tutto era semplice e antico. Un valore che si va sgretolando nella stagione del disamore e del profitto dilagante è la famiglia. E’ l’origine di quel giardino segreto che custodiamo nel cuore e nel quale serbiamo insegnamenti, sentimenti, ricordi.
La vita isolata attuale che si conduce in massa davanti al computer e alla tv, chiude i rapporti con il microcosmo circostante, svilisce gli incontri umani a saluti laconici. Si è perduta la giovialità, la capacità di dialogare e di ascoltare il prossimo. Eppure il mondo sarà salvato dalla bellezza e dall’amore, dalla compassione verso il prossimo, dalla condivisione del dolore.  

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.