Il G7 ha rigettato la proposta di sanzioni contro la Russia

Stampa / Print
Il ministro degli Esteri britannico aveva proposto sanzioni contro Mosca dopo l’attacco chimico in Siria del 4 aprile

Secondo il segretario di stato Usa Rex Tillerson “è chiaro a tutti noi che il regno di Assad sta arrivando alla fine”. Credit: Reuters

I ministri degli Esteri del G7 hanno rigettato la proposta di sanzioni contro la Russia e la Siria in seguito al sospetto attacco chimico del 4 aprile nella provincia di Idlib.

Il ministro degli Esteri italiano, Angelino Alfano, ha sottolineato che non c’è consenso nel G7 per nuove sanzioni contro la Russia. “In questo momento non vi è un consenso per altre nuove sanzioni come strumento efficace per raggiungere gli obiettivi prefissati in Siria”, ha detto Alfano nella conferenza stampa conclusiva del G7 di Lucca.

Il ministro degli Esteri ha ricordato che sulla questione “ci sono sensibilità diverse, e che Johnson ha posto la questione, ma le sanzioni vanno considerate uno strumento per arrivare ad un obiettivo”.

Secondo il segretario di stato Usa Rex Tillerson “è chiaro a tutti noi che il regno di Assad sta arrivando alla fine”.

Secondo Tillerson la Russia deve scegliere se stare, sulla questione siriana, con gli Stati Uniti o con Assad, l’Iran e Hezbollah.

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *