ALTERAZIONE DEL CLIMA, INQUINAMENTO AMBIENTALE E CONTROLLO MENTALE

Stampa / Print

Bisogna sempre spiegargliele le cose, ai grandi.”


da: Il piccolo principe, Antoine de Saint-Exupéry
 
 
di Gianni Lannes
Ecco un altro tabù sociale. Oggi, domenica 9 aprile 2017, di rientro da un’operazione civile di individuazione subacquea delle migliaia di bombe “alleate” caricate con aggressivi chimici e radioattivi inabissate illegalmente nel Golfo di Manfredonia su ordine del governo di Washington, alle ore 14 e 22 minuti, mentre procedevo in auto sulla statale 89 verso Foggia, ho notato che l’orizzonte soleggiato era all’improvviso oscurato. Mi sono fermato, sono sceso dalla vettura e ho guardato il cielo. C’erano ben 8 aerei, visibili ad occhio nudo, che rilasciavano persistenti scie a bassa quota. Quattro di essi procedevano da sud verso nord ovest, altri 4 invece da nord in direzione sud. Insomma volavano su rotte anomale in lungo e in largo nel Tavoliere di Puglia. Notoriamente, sopra i 6.500 metri (20 mila piedi) lo spazio è sotto controllo. La NATO, però, monitora anche sotto.
Dal 1978 è in vigore a livello mondiale la convenzione Enmod dell’ONU, che vieta espressamente la guerra ambientale. Tale accordo internazionale è stato ratificato in Italia dalla legge 962 del 1980, presidente dall’allora presidente della repubblica Sandro Pertini (tale norma non è mai stata abrogata).
Nel 1997, è stato presentato ad Erice, il progetto Teller: “Global Warming and Ice Ages”, come riporta fedelmente la cronaca del quotidiano Il Corriere della Sera. La nocività ambientale è una strategia del sistema di dominio contro il genere umano.

Mai sentito nominare il progetto Cloverleaft? E’ un programma dell’US Air Force, che implica modificazioni climatiche indotte per favorire le comunicazioni militari, nonché l’uso di armi spaziali e biologiche. Attraverso lo spargimento aereo di particelle speciali l’atmosfera planetaria è stata trasformata in un mega conduttore elettromagnetico. Attraverso alluminio, bario e torio radioattivo (elemento tossici), rilevati anche recentemente da un0analisi nell’acqua piovana in Lombardia, le forze armate USA sono in grado di accecare i satelliti avversari ed innescare mutamenti climatici su vasta scala.

 
I fornitori di guerra perpetua hanno deliberatamente abbassato la luce del sole fonte di vita sulla Terra e ridotto la visibilità atmosferica servendosi di particelle e polimeri che intasano i polmoni. Tale terrorismo ambientale ha compromesso gravemente la salute pubblica. Lo spargimento di tonnellate di nubi cariche di particelle da un aereo ha geo-modificato la nostra atmosfera planetaria convertendola in un plasma elettro conduttivo altamente caricato utile ai progetti militari. L’aria che respiriamo è satura di fibre sintetiche del calibro dell’amianto e metalli tossici. Tali sostanze funzionano da elettroliti per migliorare la conduttività dei radar militari e delle onde radio. Velenoso quanto l’arsenico e soppressore dimostrato del sistema immunitario, il bario atmosferico indebolisce la muscolatura, compresa quella del miocardio. L’alluminio inalato va direttamente al cervello e gli specialisti in campo medico confermano che causa tensione ossidativa al tessuto cerebrale determinando la formazione di viluppi neuro-fibrillari come nel morbo di Alzheimer. Il torio radioattivo causa, come risaputo, leucemia ed altri cancri.
Non è tutto. Le microonde ad alta frequenza e le ELF (extremely low frequency) onde a bassissima frequenza – pulsano a frequenze che incidono sul funzionamento mentale e biologico dell’essere umano e sulle associazioni di virus, batteri, funghi, micobatteri, cellule sanguigne disseccate e segnalatori biologici esotici tanto che le reazioni ad esse legate sono osservabili nei regni umano, animale e botanico.
Osserviamo continuamente episodi di bizzarrie metereologiche mentre potenti congegni elettromagnetici interferiscono con la corrente a getto e con i singoli sistemi frontali temporaleschi per creare condizioni climatiche artificiali. E’ stato documentato di operazioni illecite condotte con il coinvolgimento di missioni aerosol che hanno arrecato malattie e disorientamento in frazioni selezionate di popolazioni tramite agenti di test biologici e tecnologie psicotroniche per il controllo mentale/dell’umore.
Perché non è in atto un ribellione di massa contro questo avvelenamento militare? In ogni caso bisogna risvegliare nella coscienza collettiva la consapevolezza della falsità dell’universo in cui si sopravvive.

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *