L’attacco alla metro di San Pietroburgo

Stampa / Print
C’è stata un’esplosione tra due stazioni della metropolitana poco dopo le 13.30, almeno 10 persone sono state uccise

Poco dopo le 13.30, ora italiana, c’è stata un’esplosione nella metropolitana di San Pietroburgo, in Russia, tra le fermate Sennaya Ploshchad e Tekhnologichesky Institut, sulla linea blu. Inizialmente si era parlato di due esplosioni diverse, ma poi la notizia è stata smentita dalle autorità. Fotografie e video diffusi online mostrano molto fumo e almeno un vagone distrutto: il governo locale ha confermato che 10 persone sono rimaste uccise e ci sono decine di feriti. La zona delle esplosioni è stata raggiunta da ambulanze e camion dei vigili del fuoco, ed è sorvolata da elicotteri; l’intera metropolitana è stata chiusa. Il presidente russo Vladimir Putin, che oggi era in visita proprio a San Pietroburgo, ha detto in un comunicato: «Stiamo prendendo in considerazione tutte le possibili cause, compreso il terrorismo». Finora non c’è stata alcuna rivendicazione.

Fonte: Il Post
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *