Stampa / Print

Forza-Pd con Alfano e melma centrista salvano il ministro indagato Lotti.
Poi Forza-Pd con Alfano e melma centrista salvano dalla decadenza il senatore Augusto Minzolini, condannato per peculato a 2 anni e mezzo, (65 mila euro sperperati con la carta di credito Rai quand’era direttore del Tg1).

Finché sono Forza Italia e Alfano a salvare gli arrestati e i pregiudicati non c’è nulla di nuovo. Il problema sono i “soccorritori” del Pd che col loro voto e pure con la loro astensione hanno rottamato la legge Severino e sono stati determinanti per salvare la poltrona, la pensione e il vitalizio al pregiudicato Minzolini.
Questo l’elenco:

VOTI A FAVORE Rosaria Capacchione, Emilia De Biasi, Rosa Maria Di Giorgi, Laura Fasiolo, Emma Fattorini, Nicoletta Favero, Elena Fissore, Stefania Giannini, Pietro Ichino, Luigi Manconi, Alessandro Maran, Salvatore Margiotta, Claudio Moscardelli, Massimo Mucchetti, Francesco Scalia, Ugo Sposetti, Gianluca Susta, Giorgio Tonini, Mario Tronti

ASTENUTI Massimo Caleo, Camilla Fabbri senatrice PD, Elena Ferrara, Marco Filippi, Andrea Marcucci, Claudio Micheloni, Senatore Mario Morgoni, Leana Pignedoli, Angelica Saggese, Gian Carlo Sangalli, Daniela Valentini, Vito Vattuone, Magda Angela Zanoni, Sergio Zavoli

ASSENTI Donatella Albano – Senatrice della Repubblica, Silvana Amati, Maria Teresa Bertuzzi – Senatrice PD, Laura Cantini, Vannino Chiti, Roberto Cociancich, Vincenzo Cuomo, Gianpietro Dalla Zuanna, Mauro Del Barba, Stefano Esposito, Valeria Fedeli, Anna Finocchiaro, Nadia Ginetti, Linda Lanzillotta, Nicola Latorre, Stefano Lepri, Marco Minniti, Roberta Pinotti, Luciano Pizzetti, Francesca Puglisi, Raffaele Ranucci, Giorgio Santini, Salvatore Tomaselli, Renato Guerino Turano.

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.