Stampa / Print


di Gianni Lannes
Non è una fonte d’energia, bensì un vettore energetico ricavabile dall’elettrolisi dell’acqua, ma anche da varie altre sorgenti: eolica e solare. Un veicolo a idrogeno utilizza l’idrogeno come carburante. Infatti converte l’energia chimica dell’idrogeno in energia meccanica, bruciandolo in un motore a combustione interna o facendolo reagire con l’ossigeno in una pila a combustibile, producendo elettricità. E che dire della fusione fredda: energia gratis vietata all’umanità? 


I primi veicoli sono indicati come HICEV (Hydrogen Internal Combustion Engine Vehicle), mentre i secondi sono conosciuti come FCEV (Fuel Cell Electric Vehicle). Se l’idrogeno venisse ricavato senza l’utilizzo di combustibili fossili, i veicoli non contribuirebbero all’apporto di anidride carbonica nell’atmosfera. Ma tutta l’economia capitalistica di questo mondo globalizzato dal consumo frenetico di risorse non rinnovabili, si regge ancora sullo sfruttamento del petrolio che ci rende sudditi e danneggia l’ambiente. Perché sopravivvere come trogloditi nel medioevo tecnologico?

riferimenti:

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.