Stampa / Print
La candidata alle presidenziali francesi è sotto inchiesta per aver twittato immagini di violenze perpetrate dal sedicente Stato islamico

Il voto della seduta plenaria del Parlamento Ue ha confermato la decisione della commissione per gli Affari legali. Credit: Stephane Mahe

Il Parlamento europeo ha revocato l’immunità alla candidata alle presidenziali francesi Marine Le Pen dopo aver twittato immagini di violenza perpetrate dal sedicente Stato islamico.

La leader del Front National è sotto inchiesta in Francia per aver postato tre immagini di esecuzioni su Twitter nel dicembre del 2015. Tra queste, anche quella della decapitazione del giornalista americano James Foley.

Il voto di giovedì 2 marzo durante la seduta plenaria del Parlamento Ue ha confermato la decisione presa martedì dalla commissione per gli Affari Legali.

L’immunità permetteva alla Le Pen di essere protetta dal procedimento giudiziario. Con la decisione di oggi il Parlamento consente azioni legali contro di lei. Il reato contestato alla leader del Front National può portare fino a tre anni di reclusione e a multe fino a 75mila euro.

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.