Stampa / Print
Lo scorso dicembre è stato un mese florido per Correggio (RE) dove, pressochè in contemporanea, due autori esordienti hanno pubblicato le proprie opere rispettivamente con gli editori BookSprint Edizioni e Youcanprint.

Le opere in questione sono di genere differente: Luca Bizzarri esordisce con “L’eredità del sovrano”, un libro che per argomento è perfettamente in linea col genere fantasy e, in virtù delle qualità argomentative, riesce ad affascinare quella grande fetta di lettori estimatori di questo genere narrativo.

Le quasi 300 pagine del libro si distinguono per numero di fatti narrati e per varietà di avventure e personaggi ma soprattutto per la capacità con cui ai temi classici, si è saputo aggiungere argomenti di valore umano quali l’amore, l’amicizia, la solidarietà.

L’opera di Paolo Marmiroli invece appartiene alla saggistica inerente la salute ed il benessere psicofisco.

“L’Elisir di Nuova Vita” si compone di oltre 400 pagine ed è un percorso formativo su ciò che siamo, sulle energie che influiscono sulle nostre vite, sulle difficoltà di adattamento che incontriamo quotidianamente, sui metodi e le tecniche da attuare per un cambiamento interiore orientato alla cura della persona nella sua interezza, per il raggiungimento del benessere e della felicità.

Un’opera completa di semplice lettura e comprensione in grado di stimolare il lettore grazie alla concretezza del materiale trattato ed alla semplicità di attuazione delle tecniche e dei metodi di cambiamento.

Due libri da non perdere in cui entrambi gli autori fanno della semplicità narrativa e compositiva, un punto di forza per rendere le proprie opere di facile fruizione per tutto il pubblico.

 

L’articolo Correggio, terra di scrittori proviene da L’Elisir di Nuova Vita.

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.