Stampa / Print

Ricetta di mia cognata Luciana

Cinghiale
pomodori pelati
cipolla
sedano
carota
prezzemolo
aceto
olio
sale
foglie alloro
peperoncino

Tagliare il cinghiale a pezzi e metterlo a marinare con tutti gli odori (cipolla, sedano, carota, prezzemolo) in aceto e acqua per una notte.
Lavarlo bene e metterlo in un tegame, a fuoco alto, per fargli fare l’acqua che andrà scolata via, via.
Rosolare in olio la cipolla, il sedano, abbondante carota e il prezzemolo, unire il cinghiale e rosolare anche questo.
Aggiungere pomodoro e acqua abbondante per ricoprire tutto.
Cuocere per 3 ore abbondanti aggiungendo all’occorrenza acqua calda.
Mentre cuoce unire anche una o due foglie di alloro.
Se si vuole fare il sugo per la pasta tritare un po’ di cinghiale e unire anche carne macinata di maiale (io questa volta non avevo previsto di condire la pasta e non ho unito carne macinata).
Questo cinghiale mi è stato regalato da un amico cacciatore, non so se i tempi di cottura siano i soliti con il cinghiale comprato in negozio.

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.