Stampa / Print
Il gruppo Tahrir al-Sham ha rivendicato l’offensiva nella quale sarebbe stato danneggiato anche un edificio dell’ambasciata russa in Siria

Attacchi aerei nella zona est di Damasco. Credits: Reuters

Le forze governative siriane hanno condotto una serie di attacchi aerei nella zona di Jobar, nella zona orientale di Damasco, capitale della Siria. La notizia è stata riferita da Rami Abd el-Rahman dell’Osservatorio siriano per i diritti umani. L’offensiva è una risposta all’attacco ribelle del 19 marzo.

Le forze ribelli alleate del gruppo Jabhat Fateh al-Sham avevano fatto esplodere due auto bomba nella zona di Jobar. Successivamente si erano diretti nell’area di Abbasiyn Square dove avevano colpito diversi edifici e lanciato razzi verso altre zone della città. Il gruppo ribelle Ahrar al-Sham ha comunicato di aver “liberato” l’area dalle forze governative, obiettivo dell’attacco. L’assalto è stato rivendicato dal gruppo Tahrir al-Sham.

L’ambasciatore russo in Siria ha riferito che uno degli edifici dell’ambasciata della capitale siriana è stato danneggiato dall’offensiva ribelle.

Secondo quanto riferito da rami Abd el-Rahman dell’Osservatorio siriano per i diritti umani, le forze governative hanno risposto con una serie di attacchi aerei nella zona di Jobar.

La televisione di stato siriana ha comunicato che le forze governative hanno ottenuto il controllo delle aree in mano ai ribelli.

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.