GRANO RADIOATTIVO IN ITALIA DA UCRAINA, RUSSIA E BIELORUSSIA

Stampa / Print


di Gianni Lannes
Prima o poi gli industriali della pasta tricolore, i trafficanti, e i politicanti dovranno rendere conto all’umanità di questo crimine. Tutte le autorità, a partire dall’Unione europea e dal governo italiano sono perfettamente al corrente che il bel paese importa sempre più grano da aree notoriamente contaminate. La letteratura scientifica a livello mondiale attesta che la radioattività anche in dosi infinitesimali è in grado di innescare processi di cangerogenesi, teratogenesi e mutagenesi. Lo attestano i dati ufficiali dell’International Atomic Energy Agency. In Italia uno dei maggiori importatori di frumento, ma non l’unico è il gruppo Casillo che poi vende anche a Barilla ed altri.Perché l’Istituto Superiore di Sanità non analizza il grano straniero? Il limite naturale a qualsiasi inquinamento è Mac zero e non le soglie stabilite attualmente dalle leggi in base a parametri economici, ma non biologici.


riferimenti:

Gianni Lannes, ITALIA USA E GETTA, Arianna editrice, Bologna 2014.

http://bari.repubblica.it/cronaca/2016/02/02/news/bari_in_una_settimana_4_navi_cariche_di_grano_dall_estero_coldiretti_e_utilizzato_per_la_pasta_made_in_italy_-132588660/

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=grano

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/01/litalia-importa-grano-radioattivo.html

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2017/03/che-ne-sai-tu-di-un-campo-di-grano.html

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *