Stampa / Print
Durante una telefonata lunga ed estremamente cordiale con l’omologo cinese Xi Jinping ha promesso di rispettare la politica dell’unica Cina

Le precedenti affermazioni di Trump su Taiwan aveva infastidito Pechino. Credit: Reuters

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e l’omologo cinese Xi Jinping hanno parlato telefonicamente giovedì 8 febbraio 2017. Trump ha assicurato al leader cinese che rispetterà la politica dell’unica Cina, ovvero l’appartenenza di Taiwan – considerata una provincia ribelle – alla Repubblica popolare cinese, smentendo le sue precedenti affermazioni.

“Comprendo perfettamente la politica dell’unica Cina, ma non so se noi dobbiamo sentirci legati a essa a meno che non stringiamo con la Cina un accordo in merito ad altre cose, incluso il commercio”, aveva dichiarato il presidente americano all’emittente televisiva Fox News l’11 dicembre 2016.

Non solo. La telefonata tra Trump e la presidente taiwanese Tsai Ing-wen pochi giorni prima non aveva mancato di infastidire Pechino che però aveva evitato di reagire.

Secondo quanto si apprende dalla Casa Bianca, la telefonata è stata lunga ed estremamente cordiale: “I due leader hanno discusso numerosi argomenti”, e hanno espresso “i migliori auguri al popolo dell’altro paese”.

— LEGGI ANCHE: Cosa ha detto Trump sui rapporti degli Stati Uniti con Cina e Taiwan

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.