Stampa / Print
L’attacco si è verificato nella parte meridionale della capitale irachena ed è stato rivendicato dall’Isis

L’auto usata per l’attacco suicida del 15 febbraio a Sadr City, Baghdad. Credit: Wissm al-Okili 

Un’autobomba ha ucciso almeno 48 persone e ne ha ferite decine nella parte meridionale di Baghdad, giovedì 16 febbraio 2017. Il veicolo imbottito di esplosivo era parcheggiato in una strada piena di officine e rivenditori di auto nel quartiere di Hayy al-Shurtathey.

L’Isis ha rivendicato l’attentato, secondo quanto riporta l’agenzia Afp.

Un attentatore suicida ha colpito nel sobborgo sciita di Sadr City mercoledì 15 febbraio, uccidendo almeno 15 persone e ferendone 50. Il sedicente Stato islamico ha incrementato gli attacchi in Iraq come rappresaglia contro la campagna lanciata dall’esercito per espellere i miliziani jihadisti da Mosul.

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.