Stampa / Print
 

Che forza che ha l’azzurro. Mette il suo colore dentro ogni finestra, dentro ogni sguardo. Squarcia il mondo di luce prima di morire nel tramonto. E torna sempre il giorno dopo con la sua lezione di chiarezza e generosità di fronte al groviglio delle cose.
(Fabrizio Caramagna)
~
Regarde le ciel – guarda il cielo.

Dettagli che catturano il tuo sguardo, scritte che parlano francese, e tu sei pronta ad immortalare quel pezzetto di poesia dentro uno scarabocchio urbano, che forse pochi se ne sarebbero accorti.

Guarda il cielo con le sue nuvole imperfette, prendono una nuova forma ogni giorno, e sono brave a seguire i cambiamenti, si adattano e si modellano al vento. 

Guarda il cielo, non ha limiti e confini, è libero di essere e perfino di esprimersi, non nasconde mai quello che sente. 

Guarda il cielo, è come una ragazza che arrossisce quando il sole lo corteggia, e non se ne vergogna, ma diventa meraviglia.

Guarda il cielo quando si specchia negli occhi della gente, è pulito e immenso. Eppure guarda quante cose lo attraversano, stormi di uccelli, aerei senza sosta, fulmini e fuochi d’artificio, ma lui resta lì a darci un’immensa lezione: rimanere sé stessi, nonostante tutto. 

Ciambella all’acqua al profumo di agrumi, con semi di papavero 
(questa ricetta è di Enrica del blog Chiarapassion, la trovate qui, l’ho un po’ reinterpretata)
 Ingredienti per la ciambella:
200 gr di zucchero semolato
3 uova a temperatura ambiente
130 gr di olio di semi di arachidi
65 gr di acqua + 65 gr di succo di limone e mandarino
 250 gr di farina 00
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina oppure se lo avete 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
 buccia grattuggiata di un limone e un mandarino
un pizzico di sale
2/3 cucchiai di semi di papavero (non ho voluto esagerare, se preferite un effetto più scenografico, abbondate pure con i semi)
Per la glassa:
zucchero al velo
succo di mandarino
Preparazione:
In una terrina, montate le uova con lo zucchero, fino ad ottenere un composto spumoso. Aggiungete a filo l’olio di arachidi e poi i liquidi quindi acqua e succo di agrumi, la vanillina o un cucchiaino di estratto di vaniglia per chi lo possiede, la buccia grattuggiata degli agrumi, i semi di papavero e un pizzico di sale. In ultimo aggiungete la farina setacciata e il lievito, continuando a mescolare per un minuto circa. 
Imburrate e infarinate uno stampo per ciambelle di diametro 22 o 23 cm (quelli tipo bundt cake), versate il composto e infornate a 180° per circa 40/45 minuti, fate la prova con lo stecchino. 
Lasciate raffreddare un po’ nello stampo e poi capovolgete la ciambella su una gratella.
Decorate preparando una glassa con zucchero al velo e succo di mandarino o limone.
 

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Tag

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.