Stampa / Print



di Gianni Lannes
Adesso non spetta neanche più al cosiddetto “popolo sovrano” votarli o meno, neanche la parvenza di democrazia, come si usava ritualmente una volta per annebbiare le coscienze. Fanno tutto fra di loro a spese nostre, e nessuno si ribella a questa dittatura eterodiretta. Prendete il caso di Angelo Riccardi, il candidato del partito democratico all’ente provincia di Foggia. 
Il sindaco di Manfredonia al suo secondo mandato, vanta un bilancio fallimentare (debiti per 70 milioni di euro), secondo i numerosi rilievi della Corte dei conti, adesso si accinge a sedere anche sulla poltrona di palazzo Dogana, quando in base alle regole del piddì dovrebbe dimettersi, poichè sotto processo a Pescara per corruzione e peculato. 

Invece, lo stesso Riccardi rischia di essere addirittura premiato con la carica di vice presidente della Provincia di Foggia.

riferimenti:

http://www.provincia.foggia.it/files/File/Elezioni%20Consiglio%20Provinciale%202016/varie /Manifesto%20candidature%20consiglieri%202%20(1).pdf

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2016/11/energas-specchietto-per-le-allodole.html 

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.