Stampa / Print
  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

di Gianni Lannes
Il vento coglie sempre la vela e mi accarezza perché è fraterno. L’aria scioglie gli scirocchi e leviga la salsedine. Alla marina i miei compagni di immersioni nell’Adriatico hanno volti saccheggiati dal sole, e tra loro parlano una lingua arcaica. Qui è nato il mio trisnonno Carlo, due secoli fa, qui è sepolta una mia radice familiare. Qui ho da sempre amici e amiche a profusione.

 foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

 foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

 

  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

 foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)
  foto Gianni Lannes (tutti i diritti riservati)

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.