Stampa / Print
Un artificiere è rimasto ferito nell’esplosione

La polizia scientifica sul luogo dell’esplosione

Intorno alle 5.30 del mattino un ordigno è esploso di fronte alla libreria Il Bargello, considerata vicina al gruppo politico CasaPound, in Via Leonardo da Vinci, a Firenze. Nell’esplosione è rimasto ferito un artificiere che era appena arrivato per analizzare l’ordigno da poco rinvenuto: l’uomo non ha fatto a tempo ad accorgersi che esso era collegato a un timer che ne ha causato l’esplosione. L’artificiere si trova adesso ricoverato presso l’ospedale di Careggi dove rischia di perdere un occhio e con danni seri a una mano.

Il pacco sospetto era stato individuato dalla Digos durante alcuni pattugliamenti di fronte a obiettivi considerati sensibili, tra cui la libreria. Lo stesso luogo era stato colpito nel febbraio 2016 da una bomba carta.

Non è ancora noto chi siano stati gli autori dell’attentato, ma secondo gli inquirenti si tratta senz’altro di un atto di natura politica.

Il sindaco di Firenze Dario Nardella e l’arcivescovo Giuseppe Betori hanno espresso una dura condanna verso l’episodio.

Fonte: The Post Internazionale
Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.