Stampa / Print
 
Cucinare il pesce e affini è cosa sua, io posso solo imparare a farlo altrettanto bene. 
La sua dedizione quando si mette a smanettare tra i fornelli è ammirevole, lui che si fa chiamare “lo chef” di casa.
Un canovaccio sulla spalla, maniche sollevate e tanta tanta voglia di godere del buon cibo.

Mio padre è così, lo vedi, un uomo di corporatura bella sostenuta, con una pancia tonda come se si fosse mangiato il mondo, o un’anguria che poi ha trovato piacere a rimanere lì. E’ un uomo semplice, con le sue abitudini ben definite, i suoi spazi entro cui sistemarsi, i suoi sacrifici di una vita intera, gli occhi verdi che brillano e si emozionano con tanta felicità.

E il cibo, il cibo è la sua passione, e se gli togli quello si sente mancare l’aria. Papà mi ha trasmesso questa voglia di mettermi in gioco, almeno in cucina, di provare là dove non sono capace, di andare oltre i miei limiti. E allora io a scuola dallo chef ci vado più che volentieri.

Finalmente lo abbiamo preparato insieme il suo piatto forte, quante volte mi son sentita dire: “Ma allora, quando lo metti sul blog il mio polpo affogato?” ed io rispondevo: “Eh pa’ deve venire bene, sai poi le foto…”, così oggi mi son detta “facciamo così, tu mi insegni a prepararlo e io ti dedico un post tutto per te”.
E così è stato.

A mio padre, e ai suoi insegnamenti.

Polpo affogato

 Ingredienti:
un polpo (anche surgelato, peso circa 1 kg)
8/10 pomodorini pachino
olio extra vergine d’oliva abbondante
qualche foglia di basilico 
3/4 spicchi d’aglio 
(per questa ricetta è previsto l’utilizzo della pentola a pressione)
Preparazione:
Lasciate scongelare completamente il polpo e poi sciacquatelo per bene sotto l’acqua corrente.
Nella pentola a pressione mettete abbondante olio d’oliva, qualche spicchio d’aglio, dei pomodorini pachino tagliati a metà, qualche foglia di basilico fresco e il polpo. Chiudete con coperchio e fate cuocere i primi minuti a fiamma viva, quando sentite il classico “fischio” abbassate la fiamma e continuate la cottura per circa 20 minuti.

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.

Sitemap