Stampa / Print

di Gianni Lannes

L’Italia vanta il primato di perdite per derivati di Stato dell’Eurozona: oltre 6,75 miliardi di euro di perdite effettive soltanto nel 2015. Sono stati segretamente stipulati 13 contratti di derivati sul debito pubblico, per decine di miliardi di euro dal ministero delle Finanze con Banca Imi S.p.A., Bank of America, Barclays Bank PLC, BNP Paribas, Citibank N.A. –London, Credit Suisse International, Deutsche Bank AG, Dexia Crediop S.p.A., FMS Wertmanagement Anstalt Des, Goldman Sachs International, HSBC Bank PLC, ING Bank N.V., JP Morgan Securities PLC, Morgan Stanley and Co. Int. PLC, Nomura International PLC, Societe Generale, The Royal Bank of Scotland PLC, UBS Limited e Unicredit Bank AG.

Il 12 agosto scorso una sentenza della quarta sezione giurisdizionale del Consiglio di Stato presieduta dall’ex ministro della funzione pubblica nel governo Monti, tale Filippo Patroni Griffi – ha stabilito che il diritto di cronaca non è una ragione sufficiente per accedere alle informazioni; di conseguenza il giornalista e meno che meno il cittadino secondo questa arcana interpretazione dello Stato di diritto non è portatore di un interesse pubblico a conoscere. Insomma, non è stato riconosciuto e garantito il diritto costituzionale del cittadino, ovvero del popolo sovrano, di poter controllare lo Stato tricolore.

La “trasparenza” è sulla bocca di tutte le istituzioni e dei mass media telecomandati, ma poi si nega ai cittadini il diritto di sapere quel che combinano le istituzioni statali.
Allora, mister Renzi, prima di abbandonare per sempre Palazzo Chigi, perché non rende di dominio pubblico queste sensibili informazioni sulle speculazioni in corso a danno dell’ignaro contribuente italiano? 

riferimenti:

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=segreti+di+stato 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=morgan+stanley 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/2014/12/la-svendita-dellitalia-nel-1992-leuro.html 

http://sulatestagiannilannes.blogspot.it/search?q=signoraggio 


Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

About the author

Related Post

Archivi

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.