Mi sa Che a Roma, l’M5S ha Proprio Sbagliato Sindaco

Stampa / Print

Schermata 2016-09-05 alle 23.06.11

(cavalla Golosa)

Delle vicende romane non sono impressionato dalle dimissioni di questo o di quello, specie dalle dimissioni dei vertici di AMA e ATAC, anzi quelle me le aspettavo.

In generale il grande casino Romano fino a qui mi aveva fatto una buonissima impressione, nel senso che le feroci polemiche sono il segno di un tentativo VERO di discontinuità con un passato de Destra e de Sinistra criminale.

Poi però è arrivata la vicenda dell’Assesore Muraro la quale in effetti è sotto indagine dal 21 di Aprile e fondamentale, sa di esserlo dalla fine di Luglio. E lo sanno sia il Sindaco Virginia Raggi che i vertici (almeno in parte) del M5s.

Quindi ricapitoliamo:

  • da fine luglio l’Assessore Muraro sa di essere sotto indagine per vicende legate all’Atac
  • da fine luglio anche il Sindaco Virginia Raggi è a conoscenza dell’iscrizione nel registro delle indagini dell’Assessore Muraro e ne sono a conoscenza anche “alcuni” fra il vertice M5s

Ora arriviamo al ridicolo e alla lana caprina: L’Assessore Muraro NON ha mai ricevuto un avviso di garanzia ma ha ricevuto una notifica di essere indagata ex art. 335 del codice di procedura penale. Forse non tutti sanno che (e neppure io prima di questa miserabile vicenda, miserabile per il Sindaco Raggi) si può essere indagati pur non ricevendo un avviso di garanzia. L’avviso di garanzia serve se l’autorità inquirente dispone alcuni specifici atti di indagine a carico della persona indagata.

dal Fatto Quotidiano

…. La Raggi, il 10 agosto, al Tg1 aveva dichiarato che l’eventualità di un avviso di garanzia per Muraro “è un’ipotesi al momento irreale. Se si dovesse verificare valuteremo”. Ieri al Corriere della Sera aveva ribadito che “l’assessore mi ha garantito che non le è arrivato neanche un avviso di garanzia. Prima di giudicare vogliamo vedere le carte”. “Nessuno ha mentito – ribatte la prima cittadina di Roma – Io non credo che nessuno mi abbia mai fatto la domanda sull’avviso di garanzia. Non c’è nessun avviso di garanzia” laddove in merito alle indagini sull’assessore “se me lo avessero chiesto avrei risposto quello che ho risposto qui”. La Raggi ha raccontato che l’inchiesta sull’assessore Muraro è stata anche oggetto di una riunionein Comune, alla quale ha anche partecipato l’ex capo di gabinetto, la dimissionaria Carla Romana Raineri, e in quel caso si è valutato che si trattava di una “contestazione troppo generica per capire di cosa stiamo parlando”.

….Sotto il profilo tecnico un avviso di garanzia viene notificato da una Procura se deve compiere alcuni atti (come perquisizioni o misure cautelari personali, ma anche se deve procedere a interrogatorio), in caso contrario non è obbligatorio né da più o meno forza all’inchiesta. Viceversa la procedura che si segue con l’articolo 335 del codice di procedura penale è molto sintetica, ma precisa: la Procura in quel caso comunica se e da quando una persona è indagata e per quale ipotesi di reato. E quindi da oltre un mese Muraro, Raggi, la sua giunta e alcuni tra gli esponenti nazionali del M5s erano a conoscenza dell’inchiesta a carico dell’assessore all’Ambiente del Comune di Roma. Secondo fonti de ilfattoquotidiano.it, peraltro, tra le figure al vertice del Movimento che erano all’oscuro del fatto che la Muraro fosse indagata c’era il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio….

Quindi…. il Sindaco Raggi ora se ne viene fuori che la colpa è dei giornalisti che non gli avrebbero fatto la domanda giusta, cioè gli avrebbero chiesto solo se l’Assessore Muraro avrebbe ricevuto un avviso di garanzia e non già se fosse sotto indagine.

ah beh…

…andiamo bene.

Dopo che l’M5S ci ha frullato l’apparto riproduttivo con dimissioni subito anche per gli indagati ora si scopre che valeva solo per gli indagati CON avviso di garanzia.?!?

Ma siamo scemi? Anzi è Scema?

Ma dove l’hanno presa questa?

Temo che con tutte le buone intenzioni che riconosco all’M5S, “forse” hanno puntato sul cavallo (o la cavalla in Boldrinese) sbagliato.

 


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *