Europa: Il nuovo laboratorio sociale e la nuova guerra ibrida

Stampa / Print

Europa: Il nuovo laboratorio sociale e la nuova guerra ibrida

A moment of rescue operations of a boatload of migrants of sub-Saharan origin by the crew of the ship Euro Mediterranean Sea South, 7 September 2014. The migrants were rescued as part of the Mare Nostrum operation that Italy launched after some 400 migrants died in two separate boat disasters in October 2013. Italy is struggling to cope this year with a huge increase in the already big flow of migrants to attempt the hazardous crossing from North Africa. ANSA/ GIUSEPPE LAMI

Gli attentati terroristici che continuano ad accadere – sotto la bandiera di Isis (a mio avviso alcuni attentati puzzano di false flag) – mettono sicuramente in evidenza diversi aspetti: immigrati che non si integrano e una forte manipolazione di soggetti deboli che facilmente si radicalizzano (vuoi che i servizi non ci sguazzino in tale substrato di popolazione?).
Se analizzo i fattori comuni di questi attacchi, si nota che: i criminali sono migranti, spesso hanno problemi psicologici, alcuni facevano uso di droga.
L’aumento in Europa di queste attività terroristiche si connettono strettamente a interessi americani. La crisi economico-socio-culturale europea, la Brexit, le prossime votazioni austriache di ottobre, le pressioni turche, tutto ciò contribuisce pesantemente a indebolire l’Europa.
In Europa c’è un forte malcontento tra la popolazione

(http://www.ilnord.it/c-4987_L80_DEI_TEDESCHI_E_CONTRO_LIMMIGRAZIONE_VOLUTA_DALLA_MERKEL_CHE_CROLLA_NEI_CONSENSI_AVANZANO_LE_DESTRE_DI_AFD_E_CSU

http://www.ilnord.it/c-4990_REPUBBLICA_CECA_NIENTE_MIGRANTI_DA_NOI_SE_LA_UE_PROVA_A_IMPORCELI_PROCESSEREMO_LA_COMMISSIONE_NEI_NOSTRI_TRIBUNALI).

Potrei teorizzare che questa guerra ibrida è fortemente voluta dagli Stati Uniti, al fine di influenzare e diminuire la volontà delle nazioni europee. Questi attacchi producono nervosismo, paura, disorientamento sociale, la popolazione diventa sensibilmente e maggiormente manipolabile, si crea sfiducia nei confronti dei vari governi. Una bella catena contagiosa!
Da sempre le agenzie di intelligence americane vantano esperienza nel gestire strutture islamiche e reti neonaziste.
Non credo più alla favola di “attacchi di migranti con squilibri mentali”.
La nuova guerra ibrida prevede esattamente l’impiego di individui ad alto rischio, persone che si sono alienate all’interno della stessa società in cui vivono, persone con molti problemi psicologici e quindi facilmente manipolabili. Questa manipolazione è resa facile e veloce da internet, deep web, media e social network. La PNL in questo caso è un’arma molte efficiente, una vera arma psicotropa adatta a creare una “invidiabile” lista di serial killer che richiedono: poca spesa, pochi legami diretti, sono autonomi e sono molto motivati. Basta ricordare che la manipolazione del comportamento umano, negli ultimi anni, ha fatto notevoli progressi.

La politica di una migrazione incontrollata,che non prevede nessun meccanismo di assimilazione porta allo scontro di civiltà. In Europa si è creato uno straordinario “brodo” dove convergono masse di migranti islamici, costoro si trovano davanti a una cultura aliena e a una società individualista che non li può integrare. Per reazione avversano la società e la cultura occidentale, e con l’Islam radicale-fondamentalista ritrovano: identità, risposte, una nuova fede rigenerata, una idea e un ideologia.

Giorni fa ho letto un articolo che mi ha fatto diversamente riflettere.
“Il terrore non cambierà il nostro stile di vita. Ci sarà un altro 11 settembre”. Intervista a Davis Hanson. – Il Foglio, 9 agosto 2016 – di Giulio Meotti (ne riporto una parte del contenuto):
«”Settantacinque anni dopo la Seconda guerra mondiale, e sessanta milioni di morti, l’Europa non crede più in se stessa e preferisce leader che ammansiscono il terrorismo e ne produrranno di più, piuttosto a chi crede nella deterrenza”, dice al Foglio Davis Hanson. “Altre uccisioni per mano dei terroristi avverranno in Europa, perché queste stragi di massa seriali sono una sorta di raccolto di dolore di occidentali che non rispondono duramente e in maniera articolata al terrorismo”.» «Sembra che la nostra risposta sia sempre una letargica compassione: “Sentiamo che il prezzo che stiamo pagando sia tollerabile e che i crimini non debbano far deviare dagli stili di vita benestanti e indolenti dell’occidente. Un altro 11 settembre è all’orizzonte”. E’ pessimista sul futuro delle libertà occidentali: “Le stiamo già insidiosamente perdendo, autocensuriamo linguaggio e scrittura per non offendere gli islamisti e ammantiamo la nostra codardia di luoghi comuni multiculturali sulla ‘tolleranza’ e il ‘liberalismo’. Il politicamente corretto è il rifugio dei codardi. Onore, patriottismo, orgoglio culturale sono visti come elementi reazionari”»

L’Europa non sopravviverà a questo mefistofelico pacifismo e buonismo, il crollo è sotto i nostri occhi e siamo obbligati a sottostare a politici inetti, incapaci e che se ne fregano del futuro. Siamo stati educati, ma totalmente privati del vero valore e senso dell’autocritica, il paradosso islamico è sotto i nostri occhi e come docili (e fottute) galline ci facciamo ammazzare e li continuiamo ad accogliere. Sono schifata dalla menzogna: sono risorse preziose, vanno accolti, vanno integrati…
Io non sono razzista, io sono xenofoba (“paura dello straniero”; composto da ξένος, xenos, “straniero” e φόβος, phobos, “paura”) nei confronti di tutti gli “islamici che invadono il continente in cui vivo”.
L’Europa sta attraversando un forte declino demografico e socio-culturale, viviamo di diritti acquisiti, siamo fortemente individualisti, “prima il lavoro e la carriera, dopo la famiglia” e la teoria della globalizzazione, ci ha portato solo alla deriva. Ah sì, perché quando gli immigrati sono alla deriva gli europei vanno a salvarli, loro per ringraziarci (hanno colto la nostra deriva storico-culturale) ci ammazzano e tenteranno di imporre molto presto la legge islamica.
Hanno ragione da vendere, siamo diventati delle povere amebe imbecilli. Loro sul nostro futuro sanno come investire, hanno trovato le porte aperte, devono solo insegnarci a stare a 90° un po’ di più, cosa ci vuole? Nessun giovane europeo combatterà. Se non esiste una idea e una ideologia per cosa e chi combattere?
Pannolino-Europa ha bisogno di gente che lavori perché noi stiamo invecchiando sempre di più, non abbiamo fatto figli, abbiamo bisogno di nuove risorse che pagano tasse e contributi, abbiamo bisogno di abbassare i salari per combattere la concorrenza: vuoi vedere che gli eurocrati ci hanno visto giusto?
Noi europei siamo intrisi di non-valori e di libertà, tutto questo lo abbiamo esportato in Africa e in Medio Oriente, le guerre asimmetriche le facciamo lontane da casa nostra: siete ancora qui a chiedervi perché i fondamentalisti islamici aumentano?
Cannabis-pokémon go-love&peace-integrati   VS   mussulmani-integralisti-non-integrati.
Il Celebrity Deathmatch arriverà e voi siete ancora convinti che sarà combattuto a colpi di politically correct…

BY ALESSIA http://liberticida.altervista.org/

Condividi


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *