Verso la Bancarotta: RECORD ASSOLUTO delle Entrate Fiscali nei Primi 6 mesi 2016 (Perchè Renzi ha abbassato le Tasse!)

Stampa / Print

MATTEO-RENZI_12_resize

Della serie, sono Matteo Renzi e vi ho abbassato le tasse, ieri è uscita la TRIONFALE nota del MEF sulle entrate tributarie per i primi 6 mesi del 2016, in cui vi sintetizzo dal MEF:

Le entrate tributarie erariali, accertate in base al criterio della competenza giuridica, ammontano a 203.477 milioni di euro, in aumento del 4,3% (+ 8.374 milioni di euro) rispetto allo stesso periodo del 2015. L’andamento riflette anche gli effetti della diversa modalità di scomputo dell’imposta di bollo, il cui gettito mostra nel periodo gennaio-giugno una diminuzione del 29,8% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, a seguito delle modifiche del profilo mensile dei pagamenti dell’imposta. Per l’anno corrente, i minori versamenti in acconto nel mese di aprile (- 1.834 milioni di euro) saranno recuperati nel corso dell’anno(1).
Va inoltre ricordato che, con la previgente normativa, il canone televisivo veniva versato all’erario nei primi mesi dell’anno. A seguito delle nuove modalità di riscossione, introdotte dalla Legge di stabilità 2016, i primi versamenti si avranno successivamente al mese di luglio. Neutralizzando gli effetti sul gettito dei versamenti dell’imposta di bollo e di quelli del canone televisivo, la crescita delle entrate tributarie nel periodo in esame risulta pari a + 6,1%…..

Ovviamente siccome è colpa di:

  1. Tedeschi
  2. Euro
  3. Brexit
  4. Malvagi evasori fiscali
  5. Il Liberismo (infatti è noto che le malvagie teorie liberiste prevedono dal 40% al 70% di pressione fiscale reale)

Del fatto che la produzione industriale si stia schiantando di nuovo e le vendite al dettaglio siano ai minimi storici per fiducia delle imprese, lo  STATO LADRO non c’entra nulla.

Anche Perché Matteo Renzi vi ha abbassato le tasse…. no?

p.s. e comunque #statesereni prossimo giro vincono i 5 stelle, vederete come ve le abbasseranno ahahhaahahahahaah

 

Condividi


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Fonte(source) —LEGGI TUTTO(read more)—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *