Turchia, E’ Molto Peggio di Quello che Sembra. In Caso Di Guerra Civile Verranno da noi ad Ammazzarci.

Stampa / Print

U.S. Air Force A-10 Thunderbolt II fighter jets (foreground) are pictured at Incirlik airbase in the southern city of Adana, Turkey, December 11, 2015. REUTERS/Umit Bektas

Molto, molto peggio di quello che sembrava ieri. Oggi Erdogan ha staccato l’energia elettrica alla base Nato di Incirlik riducendone quasi a zero l’operatività. Un atto inaudito fatto da un paese che ha pur sempre il l’ottavo esercito del mondo per investimenti e probabilmente il quarto o il terzo per forze combattenti sul campo.

Per un attimo ieri notte sembrava che gli Stati Uniti fossero sul punto di riconoscere il nuovo governo militare provvisorio, poi hanno dovuto rendere solidarietà insieme con gli europei al “legittimo governo democraticamente eletto” (come quello di Assad BTW).

Un riconoscimento tardivo e peloso che non è sfuggito a Erdogan, da cui la furiosa reazione di oggi.

Stando così le cose credo che il colpo di stato e la destabilizzazione in Turchia sia appena cominciata e che Erdogan rischia di essere solo un morto che cammina. Oltre a questo il leader Turco ha già preso poteri straordinari e ha fatto fuori la magistratura (che sta idagando la sua famiglia) oltre ovviamente ad avere cominciato una sanguinosa purga tra i militari. L’islamizzazione della Turchia ora non avrà più freni e la prossima vittima sarà l’odiata democrazia.

Detto questo però devo avvertirvi, se Erdogan dovesse essere assassinato la Turchia potrebbe esplodere e diventare solo un altra terra per bande islamiche. A quel punto, da li, via terra comincerà la guerra fra la nostra civiltà e la loro. Verranno a Roma per ammazzarci tutti.

Siate Consapevoli, Siate Preparati

p.s. e ancora una volta il seme del male lo abbiamo piantato noi.

Condividi


(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

Fonte —LEGGI TUTTO—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *