Pratiche Detossificanti e Salutari.

Stampa / Print
Oggi desidero parlarvi di alcune pratiche che eseguite pochi minuti ogni mattina possono apportare grandi benefici ed aiutare la nostra detossicazione quotidiana.
Spazzolatura a secco, spugnatura a freddo e uso del netta lingua.
Qui di seguito tre interessanti articoli su tali pratiche…
Felice Vita Detox
Salvo
*******
Spazzolatura:
SPAZZOLATURA A SECCO PER ELIMINARE LE TOSSINE.
Ognuno di noi ha cinque percorsi principali per l’eliminazione delle sostanze di rifiuto: il colon, i reni, il fegato, i polmoni e la pelle.
 
Di questi, la  nostra pelle è l’organo più grande per l’eliminazione delle tossine, tanto da essere chiamata a volte come il terzo rene per via del suo ruolo nella disintossicazione del corpo.
 
Infatti fino a 1/3 di tutte le impurità del corpo sono espulse attraverso la pelle e sarà sempre il primo organo a mostrare sintomi di squilibrio e tossicità.
 
Se la pelle non riesce a rilasciare le tossine in modo efficiente, si potranno riscontrare eruzioni cutanee, acne, orticaria, prurito o anche eczema e psoriasi.
 
La spazzolatura a secco della pelle è un modo semplice ed efficace per favorire l’eliminazione delle tossine.
 
È un vecchio metodo europeo promosso da molti medici naturopati come Sebastian Kneipp, padre dell’idroterapia nel movimento delle cure naturali.
 
È una pratica che permette di eliminare molto più materiale di scarto rispetto a qualunque sapone.
 
La spazzolatura a secco tonifica la pelle, migliora la circolazione, favorisce la circolazione del sangue e la crescita di nuove cellule.
 
BENEFICI DELLA SPAZZOLATURA A SECCO.
– Rimuove la cellulite.
La pratica quotidiana della spazzolatura a secco favorisce l’eliminazione della cellulite ed un miglior tono muscolare.
– Rimuove gli strati di pelle morta e le altre impurità donando una pelle liscia, compatta e luminosa.
 
– Ringiovanisce il sistema nervoso stimolando le terminazioni nervose della pelle.
 
– Rassoda la pelle prevenendo l’invecchiamento precoce.
 
– Stimola la circolazione e aiuta la digestione.
 
– Agisce sulla linfa e sul sistema ghiandolare drenando i liquidi ed eliminando i gonfiori.
 
– Migliora la qualità del sonno.
 
È consigliabile eseguire la spazzolatura  preferibilmente al mattino prima della doccia.
 
Va eseguita con movimenti dal basso verso l’alto,  in direzione del cuore, evitando le zone che sono irritate o danneggiate.
 
 
***

 

*******
Spugnatura:
Per spugnatura si intende lo strofinamento di una parte della superficie corporea con una pezza umida, ovvero immersa nell’acqua fredda e poi strizzata.
Utilizzate una bacinella piena di acqua fredda (12-18°C) e una pezza ruvida o a trama grossa, ripiegata diverse volte, la quale verrà bagnata tutte le volte che sarà necessario per evitare che si riscaldi con il calore trasmesso dal corpo del paziente o dalla mano di chi la applica…se la pezza si riscalda l’effetto terapeutico provocato dall’acqua fredda va perso.
Come per tutte le altre applicazioni di acqua fredda, vale il principio per cui il corpo deve essere caldo prima di intervenire, e deve riscaldarsi come reazione a essa. Per questo che le spugnature andrebbero fatte la mattina approfittando del fatto che il corpo è ancora caldo grazie al calore diffuso e mantenuto dal letto.
Verranno fatte rapidamente riparando o coprendo con il pigiama e le coperte ogni parte del corpo dopo averla lavata, evitando che si raffreddi.
Si possono ottenere effetti di vario genere:
RINVIGORIMENTO DELLO STATO DI SALUTE GENERALE DELLAPERSONA.
Rafforzamento della capacità reattiva dell’organismo e in particolare della pelle, la quale si adatterà più rapidamente ai cambiamenti climatici e agli stimoli termici esterni.
Per questa ragione le spugnature costituiscono un eccellente strumento per AUMENTARE LA RESISTENZA FISICA E PREVENIRE LE MALATTIE DA RAFFREDDAMENTO:
Infezioni delle vie respiratorie superiori (influenza, angina, raffreddore, bronchite, polmonite), disturbi di tipo cardiocircolatorio, reumatismo articolare.
Processi febbrili. Su di essi ha un ottimo effetto l’applicazione, in presenza della febbre, di una serie di spugnature effettuate ogni 20 o 30 minuti, dopo le quali ricoprirete bene il paziente affinché si riscaldi.
Grazie a ciò si riesce ad attivare la circolazione sanguigna della pelle e pertanto latraspirazione.
Per la loro notevole AZIONE TRANQUILLIZZANTE O SEDATIVA, si usano le spugnature anche per combattere il nervosismo e l’insonnia, anche se in quest’ultimo caso è possibile che si debbano ripetere un paio di volte durante la notte, a seconda della necessità.
Articolo di Sonia Tarantola
 
***
 *******
Nettalingua:
 
(…) Le tossine che durante la notte si depositano sulla lingua formano una patina biancastra che è bene rimuovere come prima cosa al mattino, per evitare che vengano ingerite nuovamente. L’azione quotidiana del Nettalingua agisce favorevolmente su:
        Eliminazione delle tossine depositate sulla lingua
        Eliminazione dell’alito cattivo
        Riduzione della formazione della placca batterica
        Riduzione dell’eccesso di muco
        Riduzione di problemi gengivali
 
(…)
Uso: Tenere le due estremità del Nettalingua nelle mani e raschiare delicatamente la lingua dall’interno verso l’esterno. Sciacquare il Nettalingua sotto l’acqua corrente ad ogni passaggio. Usare fino all’eliminazione completa della patina biancastra.
L’utilizzo quotidiano del Nettalingua è importante sia per l’igiene orale che per lo stato di salute generale.

Fonte —leggi tutto—

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *