Stampa / Print
 

 “…così un uomo sa sedici modi per dire verde”  cantava Fabi in una canzone…

Brillante sono i miei occhi che al sole luccicano come pietre di orecchini, lì si incontrano prati di primavera e rami nocciola su cui spunteranno fiori.

Sempreverde è una libellula, un pensiero che inseguo da un posto all’ altro, che si posa accanto a me per un attimo, giusto il tempo di ammirarne la bellezza, per poi lasciarlo andare.

Parrocchetto è un bruco che scelse casa dentro al vaso di una petunia, sul balcone della cucina, che col suo continuo allungarsi verso le cose nuove e ritirarsi dietro tante paure, mi ricordava qualcuno 🙂 .

 Trifoglio con i suoi tre cuori sa di musica celtica e mi parla di un viaggio che mi piacerebbe fare.

Bosco è un dettaglio, è una matita per gli occhi,  mela è una granny smith soda e croccante, da sgranocchiare tra un dubbio e una certezza, lime è qualcosa di ancora acerbo come il futuro; 

Smeraldo è una pashmina per proteggersi dal vento di alcuni ricordi, pino è il mio cappotto preferito, pera è la tazza della tisana della sera, primavera è la speranza di poter risolvere tante cose, acqua è un cuscino su cui fare addormentare i pensieri.
C’è erba, una pianta di menta che ha deciso di corteggiare basilico, forte e accentuato, e lime che é un cucchiaino pronto a raccogliere quello che verrà, mentre chartreuse è un nuovo piatto che si lascia fotografare…
insomma…e poi di sfumature ce ne sono davvero tante e io ho finito le idee, ma dentro questa crema c’è tutto il verde che puoi trovare e lei così delicata è lì che si lascia assaggiare…

Approfitto per fare a tutti voi gli auguri per una Buona Pasqua!!

Tagliatelle al farro con crema di menta e basilico e pomodorini

Ingredienti per le tagliatelle (4 persone):
200 gr di farina di farro
100 gr di semola di grano duro rimacinata
acqua tiepida q.b. 
un pizzico di sale
2 uova
Ingredienti per la crema di condimento:
(ricetta letta sulla rivista Da Noi Esselunga – rivisitata)

35 gr di foglie di basilico
15 gr di foglie di menta
la scorza di un limone grattuggiata
30/40 gr di mandorle spellate
50 gr di formaggio tipo Parmigiano Reggiano o Grana Padano
1 spicchio d’aglio
 6 cucchiai d’olio e.v.o.
un pizzico di sale
un pizzico di pepe
3 cubetti di ghiaccio 
 Per i pomodorini:
300 gr di pomodorini Pachino 
1 spicchio d’aglio
olio e.v.o. q.b.
un pizzico di sale
un pizzico di zucchero

Preparazione della pasta (almeno 2/3 ore prima):  

Su una spianatoia in legno aggiungere le due farine, praticate un foro al centro e aggiungete 2 uova e un pizzico di sale, iniziate ad impastare a mano, aggiungendo poco per volta dell’ acqua tiepida, fino ad ottenere un impasto omogeneo e ben lavorabile. Lavorate almeno 10/15 minuti, poi stendete una sfoglia sottilissima e ricavatene le tagliatelle. Lasciate asciugare la pasta, coperta da un canovaccio, almeno 2/3 ore.


Preparazione del condimento:

Pulite molto bene le foglie di basilico e menta, mettetele in un mixer, aggiungendo tutti gli altri ingredienti. Frullate fino ad ottenere una crema molto morbida, come un pesto.
A parte, rosolate in una padella antiaderente, uno spicchio d’aglio in olio e.v.o., aggiungete i pomodorini tagliati in due o quattro parti, aggiungete il sale e un pizzico di zucchero, fate saltare a fiamma vivace mescolando per 5/6 minuti. Poi spegnete.

Una volta scolata la pasta, aggiungete prima la crema di menta e basilico, mescolando molto bene, riscaldate velocemente i pomodirini e aggiungeteli alla fine.

Fonte —leggi tutto—

About the author

Related Post

Questo sito non rappresenta una testata giornalistica e viene aggiornato senza alcuna periodicità, esclusivamente sulla base della disponibilità di materiale sugli argomenti trattati. Pertanto, non può considerarsi prodotto editoriale sottoposto alla disciplina di cui all'art. 1, comma III della Legge n. 62 del 7.03.2001 e leggi successive.